Commenta

Mantova, indagini al campo
nomadi: tra i reati contestati
rapina ad Acquanegra sul Chiese

Nelle fasi iniziali della rapina, per riuscire ad entrare, i soggetti, solo in parte travisati, si erano qualificati come carabinieri, per poi, con violenza, riuscire ad impossessarsi di alcuni preziosi custoditi all’interno della cassaforte.

MANTOVA – Giovedì il Reparto Operativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Mantova ha attuato un ampio servizio finalizzato al contrasto dei reati predatori. E’ stata data esecuzione a 5 decreti di perquisizione, emessi dal Sostituto Procuratore Giulio Tamburini della Procura della Repubblica di Mantova, nei confronti di 5 soggetti indagati, alcuni dei quali presenti all’interno dei campi nomadi della città. Visti gli obiettivi, l’attività ha richiesto il supporto di 70 carabinieri dei 4 Comandi Compagnia Carabinieri della Provincia.

L’indagine, ancora non conclusa quindi in corso, condotta con l’ausilio del Nucleo Cinofili Carabinieri di Casatenovo (LC), è volta ad acquisire elementi di prova per fatti reato commessi negli anni 2017 e 2018 in Mantova e Provincia. Fra i fatti su cui sono stati acquisiti riscontri nell’arco delle indagini condotte fino ad oggi vi è anche un episodio avvenuto il 15 maggio 2018 ad Acquanegra sul Chiese. Si tratta di una rapina commessa ai danni di una perpetua 75enne presso la chiesa di San Tommaso Apostolo in Acquanegra sul Chiese, nelle cui fasi iniziali, per riuscire ad entrare, i soggetti, solo in parte travisati, si erano qualificati come carabinieri, per poi, con violenza, riuscire ad impossessarsi di alcuni preziosi custoditi all’interno della cassaforte.

Come ha dichiarato il Ten. Col. Carmelo Graci, Comandante del Reparto Operativo, che ha coordinato le attività “l’attenzione dell’Arma dei Carabinieri rimane alta su queste tipologie di reato che vede quali vittime persone anziane e indifese. Costante sia l’azione di sensibilizzazione, per cercare di prevenire il fenomeno, con incontri a cadenza mensile in Mantova ed in tutti i comuni della provincia, nell’ambito del progetto Ascolto Ascoltiamoci, sia con l’attività di contrasto, come quella odierna”. Il Prefetto di Mantova, Dottor Sandro Lombardi, ha espresso il suo vivo apprezzamento al Tenente Colonnello Carmelo Graci, Comandante del Reparto Operativo dei Carabinieri di Mantova, per l’attività svolta ed i risultati conseguiti.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti