Commenta

"E se non fosse solo amore?":
Rotary Cop e Gruppo Mia
contro la violenza sulle donne

L’incontro, intitolato “... e se non fosse solo Amore...?”, a partecipazione gratuita, sarà introdotto da Daniela Borella, presidente del Rotary Club Casalmaggiore Oglio Po, e moderato dal giornalista Vanni Raineri.

CASALMAGGIORE – In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne Casalmaggiore ospita sabato 24 novembre un interessante incontro sul tema, purtroppo sempre di attualità. Alle ore 18 presso la sede Avis di via Baslenga ci sarà l’opportunità di dibattere sul fenomeno da diversi punti di vista, grazie alla presenza di un gruppo di relatori qualificato.

Interverranno infatti il capogabinetto della Questura di Cremona Adele Belluso, il comandante provinciale dei Carabinieri Marco Piccoli, l’avvocato Mauro Nicoli che farà un excursus sulla legislazione in materia, Anna Maria Gandolfi, consigliera di parità che si occupa di pari opportunità per la Provincia di Brescia, la presidente del gruppo M.I.A. (Movimento Incontro Ascolto) di Casalmaggiore Annise Grandi, lo psicologo Enrico Roda, specializzato in terapia relazionale familiare che opera nel centro ascolto uomini maltrattanti, e che quindi porterà l’esperienza dalla parte degli autori dei reati, e poi Daniela Sanguanini, vincitrice di premi nazionali al femminile e che esporrà la vicenda personale di donna stalkizzata, e infine il parroco di San Matteo e Sabbioni don Angelo Maffioletti, che fa parte del consultorio privato di Ucipem Viadana.

L’incontro, intitolato “… e se non fosse solo Amore…?”, a partecipazione gratuita, sarà introdotto da Daniela Borella, presidente del Rotary Club Casalmaggiore Oglio Po che organizza l’evento (patrocinato dal Comune di Casalmaggiore e dal gruppo M.I.A.), e moderato dal giornalista Vanni Raineri. Grazie ai tanti interventi sarà possibile analizzare il tema della violenza sulle donne sotto diversi aspetti, dalla quantificazione del fenomeno anche a livello locale agli aspetti legislativi con una sensibilità che nel tempo è fortunatamente cambiata, dalla difficoltà delle donne di denunciare i maltrattamenti ai motivi che portano gli uomini ad usare violenza nei confronti delle compagne. La violenza sulle donne infatti si manifesta soprattutto nel quadro familiare. Si parlerà ovviamente anche di femminicidi, che purtroppo in questo 2018 sono stati già un centinaio nel nostro Paese.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti