Commenta

Acquanegra: nuova gestione
asilo nido, il vicesindaco Bini:
"Siamo davvero soddisfatti"

Nonostante l'apprensione iniziale da parte dei genitori e dell'amministrazione comunale - spiega il vicesindaco - Coop Gialla ha saputo inserirsi nella realtà di Acquanegra, rispettando la struttura professionale già esistente nel nido e propronendo nuovi percorsi educativi".

ACQUANEGRA SUL CHIESE – “Siamo contenti della nuova gestione del nido comunale: anche se all’inizio eravamo un po’ spaesati per le iniziative e le nuove attività che coinvolgevano i nostri bambini, adesso siamo davvero soddisfatti”. Commenta così Nicola Bini, vicesindaco e assessore ai servizi sociali con delega per l’asilo nido di Acquanegra sul Chiese, il nuovo percorso educativo avviato dalla Cooperativa sociale Gialla di Roma che, dallo scorso 3 settembre, ha in gestione il nido comunale. “Le iniziative che coinvolgono i piccoli sono interessanti e danno la possibilità di cucire un vestito su misura per il nostro territorio -prosegue Bini- le mamme sono entusiaste, e tutti hanno apprezzato la festa dei nonni, i progetti dedicati alla muliculturalità e la festa degli alberi. Nonostante l’apprensione iniziale da parte dei genitori e dell’amministrazione comunale, Coop Gialla ha saputo inserirsi nella realtà di Acquanegra, rispettando la struttura professionale già esistente nel nido e propronendo nuovi percorsi educativi”. “Il nido conta 24 bambini, quasi tutti del nostro comune” – spiega Paola Zangrossi, educatrice. “La quotidianità dei piccoli è organizzata in attività strutturate e libere: ad esempio ogni aula dell’asilo è divisa in angoli e i bambini possono scegliere cosa fare. La novità rispetto al passato – continua Zangrossi- è la progettualità annuale: il tema di quest’anno è “I continenti”. Anche le nuove attività che coinvolgono i familiari, come nel caso della festa dei nonni, sono molto apprezzate. Coi nonni la partecipazione è stata ampia e questo è un buon indicatore:  abbiamo trascorso delle ore molto belle in giardino – conclude Paola Zangrossi – colorando a cera, facendo attività di manipolazione e anche merenda”.

© Riproduzione riservata
Commenti