Commenta

Cucciolate dall'est, ma anche
i nostri cagnari non scherzano:
stop all'acquisto da privato

Lettera scritta da Amilcare Boni

Egregio direttore,

nelle ultime settimane si è spesso sentito parlare di sequestri di cuccioli provenienti  dalla est Europa. Portati da persone senza scrupoli e comprati da persone che si pongono poche domande sulla provenienza, contente di portarsi a casa un “giocattolo” di razza a poco prezzo. Anche da noi cagnari nostrani allettanti da facili guadagni si buttano in questo commercio Di conseguenza si vedono sempre più spesso anche dalle nostre parti ragazzotti sia italiani sia extracomunitari. Spesso nullafacenti con al guinzaglio animali di razza specialmente di grossa taglia in prevalenza Pitbull ma anche altri tipi di cane alla moda. Cani che vengono usati come bancomat e sfruttati per produrre cucciolate per ottenere un veloce guadagno quando si riescono a piazzare gli animali ad un prezzo concorrenziale rispetto ai canali ufficiali. Senza nessun controllo a livello sanitario.e naturalmente senza nessun documento a livello giuridico, salvo poi passato l’effetto cucciolo abbandonarli… il problema è molto serio e in costante aumento visto che spessfiniscono in mano a persone che non li sanno gestire o che cercano di renderli oltremodo aggressivi. Si spera che gli organi preposti tengano alta la vigilanza e che questo squallido commercio venga arginato prima che la cosa sfugga di mano.

© Riproduzione riservata
Commenti