Commenta

Bozzolo, sala civica gremita
per l'incontro sulle infrastrutture
Treni, tornano a fermarsi i diretti

Dal 9 dicembre, infatti, col nuovo orario i treni diretti da Mantova a Milano torneranno a fermarsi a Bozzolo, Marcaria e Castellucchio, fermate intermedie che erano state tagliate negli ultimi tempi.

BOZZOLO – Sala civica gremitissima lunedì sera a Bozzolo per l’incontro su infrastrutture, treni, passaggi a livello, ferrovie, ponti e viabilità con i sindaci di Mantova Mattia Palazzi, di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni, di Asola Raffaele Favalli, di Pomponesco Giuseppe Baruffaldi, di Piadena Ivana Cavazzini e di Gussola Stefano Belli Franzini. Non mancavano molti altri amministratori, oltre al presidente della provincia di Cremona Davide Viola, alla consigliera provinciale di Mantova Francesca Zaltieri, al consigliere provinciale di Cremona Calogero Tascarella, alla consigliera regionale Antonella Forattini. Senza dimenticare il padrone di casa Giuseppe Torchio.

Tanti soprattutto i cittadini presenti e interessanti. Sono stati letti i contributi degli on. Roberto Colaninno e Luciano Pizzetti e degli assessori Federico Manzoni e Diego Peli di comune e provincia di Brescia. I sindaci di Bozzolo Giuseppe Torchio e di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni hanno insistito sulle priorità individuate dai 30 sindaci del territorio, mentre la consigliera regionale Antonella Forattini ha insistito per la elaborazione di una proposta condivisa da tutto il territorio da consegnare al presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Ampia e attenta l’analisi del presidente della provincia di Cremona Davide Viola anche con riferimento alla Cremona-Mantova autostradale e agli investimenti sul territorio, dai ponti alle strade con il passaggio Anas ed alle ferrovie, attese che non possono essere più procrastinate. Il sindaco di Mantova Mattia Palazzi, dopo una veloce disamina dei nodi del trasporto nell’area virgiliana, ha insistito sulla necessità di risposte chiare da parte della Regione in un territorio abbandonato da troppo tempo. Accanto alla gronda sud e alle opere connesse riferite ad Autobrennero bisogna chiedere, è stato evidenziato, l’immediata partenza dei lavori per il raddoppio della ferrovia fino a Codogno, in tandem con la Lega Nord che comanda in Regione.

Nel dibattito sono intervenuti il sindaco di Asola Raffaele Favalli, la consigliera provinciale mantovana Francesca Zaltieri, il sindaco di Piadena Ivana Cavazzini, il consigliere provinciale di Cremona Calogero Tascarella e Cesare Vacchelli dei comitati Ambientalisti. “Se vogliamo diventare un territorio attrattivo servono infrastrutture efficienti, ecco perché chiederemo a Regione Lombardia risposte certe sulle molte criticità che attendono risposte ormai da decenni” ha aggiunto Forattini. Le prossime tappe saranno gli Stati Generali, il 5 dicembre e la consultazione dei territori con il presidente Fontana l’11 dicembre, con una piattaforma chiara e sostenibile di tutti il territorio.

Intanto, dal punto di vista del trasporto ferroviario Bozzolo ha ottenuto una buona notizia: dal 9 dicembre, infatti, col nuovo orario i treni diretti da Mantova a Milano torneranno a fermarsi a Bozzolo, Marcaria e Castellucchio, fermate intermedie che erano state tagliate negli ultimi tempi proprio da Trenord nella nuova gestione del trasporto ferroviario. Dal 9 dicembre, dunque, un sospiro di sollievo per i pendolari bozzolesi e marcariesi.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti