Sport
Commenta

Casalese, festa d'auguri dai grandi numeri, sala Avis gremita: il calcio che unisce

A salutare tutti i convenuti c'era anche il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni, che ha lodato la società per la gran mole di lavoro svolto ricordando i tempi in cui, bambino, frequentava quegli ambienti

CASALMAGGIORE – Erano davvero tanti, a fatica contenuti dalla pur vasta sala AVIS. Bambini, ragazzi, genitori, allenatori e dirigenti della gloriosa Casalese, che continua nel suo percorso di rinnovamento. Un movimento giovanile florido (oltre 200 tesserati) ed una prima squadra che prosegue la sua marcia. Sono due entità unite e distinte. Damiano Tizzi guida il movimento legato alle giovanili, questa festa di auguri l’ha fortemente voluta, anche se non si aspettava così tanta gente. Sono venuti in tanti a rendere omaggio ad un gruppo – e soprattutto ad un modello di crescita – sano. Multietnico, colorato, allegro. Se lo sport, e questo sport, è un modello di società c’è ancora tanta speranza.

Avrebbero dovuto iniziare alle 19, si è iniziato quando la gente ha terminato di affluire, ed erano quasi le 20. Naturalmente c’era mangiare e bere per tutti, anche se solo i piccoli per l’enorme afflusso si sono potuti accomodare al tavolo. Nessuno comunque ne ha sofferto. E’ stato il modo per tutti di ritrovarsi, di scambiare quattro chiacchiere, di guardare le foto che venivano proiettate sullo schermo dei vari atleti e delle varie squadre. Sono stati mister e dirigenti a controllare, in maniera impeccabile e nonostante tantissimi ragazzi, che tutto si svolgesse al meglio.

A salutare tutti i convenuti c’era anche il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni, che ha lodato la società per la gran mole di lavoro svolto ricordando i tempi in cui, bambino, frequentava da atleta quegli ambienti. In tanti in città sono cresciuti, dapprima nel campetto di via Corsica e poi all’Icio Ferrari e campi attigui. In tanti hanno vissuto lo sport così come si dovrebbe vivere, con partecipazione ed amicizia.

“Il giorno dopo la festa degli auguri di Natale – scrive la società – vogliamo ringraziare tutti i propri atleti bambini, ragazzi, adulti e le loro famiglie e parenti che hanno fatto sì che la serata fosse veramente speciale. Lo scopo era quello di stare assieme in occasione dello scambio di auguri e far crescere sempre di più il senso di appartenenza a questa società che ha tanta voglia di crescere e migliorarsi, ma che ovviamente ha bisogno del sostegno dei propri tesserati e famigliari.

I ringraziamenti doverosi vanno quindi a tutti i partecipanti, all’ AVIS di Casalmaggiore che ha gentilmente messo a disposizione i propri spazi per contenerci tutti, ai volontari che hanno preparato già dai giorni precedenti il cibo per la serata, a Stefania di Foto Rastelli che ha immortalato i momenti durante l’evento (appena disponibili alcune foto le vedrete qui sulla nostra pagina), all’amministrazione comunale nella figura del Sindaco Bongiovanni che ci ha concesso la sua presenza, alle ragazze ed alle persone che hanno servito ai tavoli con grande impegno e costanza per tutto il tempo, ai dirigenti tutti che con grande passione hanno messo a disposizione il proprio tempo per i preparativi e la gestione dell’intero evento.

Vogliamo ricordare anche la bellissima iniziativa svoltasi nella giornata di giovedì scorso 20 dicembre con lo scambio di auguri e consegna di alcuni omaggi nelle strutture per disabili (Santa Federici, I Girasoli della Fondazione Conte Carlo Busi e la Casa Girardino) dove una nostra delegazione di alcuni dirigenti e ragazzi a cui ovviamente va un grosso ringraziamento, ha reso per qualche momento la giornata più serena. Il nostro scopo è quello di rendere sempre più forte il legame tra la nostra società e le strutture sociosanitarie del nostro territorio.

Come dicevamo è un nostro obbiettivo quello di rendere sempre più grande il senso di appartenenza e di attaccamento ai nostri colori di ogni atleta e dei propri famgliari abbiamo voluto quindi fortemente questa prima festa degli auguri e abbiamo fatto il possibile perchè riuscisse nel migliore dei modi sperando di esserci riusciti, è nostra intenzione coinvolgere tutti quanti in altre manifestazioni durante l’anno e ovviamente mantenere questa festa come tradizione per gli anni a venire. Quindi di nuovo grazie a tutti e da parte nostra i più sentiti auguri di Buone Feste a tutti i nostri tesserati ed alle loro famiglie”.

Un evento perfettamente riuscito. Merito di tutti se quell’azzurro di tute e maglie è stato protagonista. La Casalese, oltre un secolo di vita, è una società giovane e dinamica. Una società che non vuole smettere di crescere e di far crescere generazioni di piccoli atleti.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti