Cronaca
Commenta

A Bozzolo svelata la stele artistica per ricordare le visite di Mattarella e di Papa Francesco

Intanto in relazione al 60esimo anniversario della scomparsa del prete di Bozzolo il sindaco ha affermato che, insieme alla parrocchia ed alla fondazione Mazzolari, saranno chieste da gennaio speciali udienze sia al Quirinale che alla Santa Sede.

BOZZOLO – Nel corso dell’affollatissima fiaccolata di Bozzolo, con all’incirca cinquecento persone stimata, è stata scoperta in loggia l’artistica stele in ricordo delle visite del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (11 novembre 2016) e di Papa Francesco (20 giugno 2017) sulle orme di Don Primo Mazzolari. Le motivazioni, verificate con il Quirinale e la Prefettura della Casa Pontificia, sono state lette dagli attori Ermanno Maioli e Federica Vesentini con la benedizione dell’arciprete Don Luigi Pisani.

Il sindaco Giuseppe Torchio ha ricordato che le due visite sono giunte a 170 anni dalla presenza di Re Carlo Alberto di Savoia che, insieme al figlio Vittorio Emanuele, salutava i bozzolesi da Palazzo Piccioni. Il ricordo di così illustri presenze conferma il valore e l’importanza della figura di Don Primo Mazzolari, profeta e sicuro riferimento spirituale del territorio. Proprio in relazione al 60esimo anniversario della scomparsa del prete di Bozzolo il sindaco ha affermato che, insieme alla parrocchia ed alla fondazione Mazzolari, saranno chieste da gennaio speciali udienze sia al Quirinale che alla Santa Sede.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti