Commenta

Viadana, M5S polemico con
l'amministrazione: "Sui fanghi si è persa
un'occasione per la salute dei cittadini"

Si tratta di un testo alla cui redazione hanno partecipato, oltre ad esperti di varie discipline, tra i quali anche medici, tecnici provinciali e regionali, che, rispetto ai soli tecnici agronomi previsti dal gruppo dei 31 comuni che costituiscono il tavolo tecnico provinciale

VIADANA – Dopo la bocciatura della mozione sull’adozione del regolamento sullo spandimento fanghi nel territorio comunale, il M5S di Viadana si dichiara fortemente preoccupato per la scarsa sensibilità dimostrata dall’Amministrazione.

“A seguito delle ripetute segnalazioni di esalazioni maleodoranti, nonché della recente interpellanza parlamentare dell’onorevole Zolezzi– afferma il capogruppo consiliare Alessandro Teveri – in cui si stanno mettendo in rapporto gli 868 casi di polmonite, registrati nell’area Alto mantovano/Bassa bresciana, con cause di tipo ambientale e constatato che, nella stessa area, lo spandimento di fanghi ha raggiunto le 360.000 tonnellate, abbiamo ritenuto non più procrastinabile l’adozione di uno specifico regolamento in materia.

Si tratta di un testo alla cui redazione hanno partecipato, oltre ad esperti di varie discipline, tra i quali anche medici, tecnici provinciali e regionali, che, rispetto ai soli tecnici agronomi previsti dal gruppo dei 31 comuni che costituiscono il tavolo tecnico provinciale, vanta una multidisciplinarietà differente.

In attesa che il tavolo provinciale arrivasse a definire una bozza di regolamento i cui tempi di definizione non sono certi, nulla vietava l’adozione di questo regolamento che, al limite, avrebbe potuto essere eventualmente integrato in seguito, se ritenuto necessario. Già altri importanti comuni mantovani hanno adottato questo regolamento (Rodigo, Suzzara) e, in quelli in cui è in funzione da anni, non si sono mai registrati ricorsi da parte di alcuno.

E’ stata persa una occasione importante per dimostrare nel concreto di voler tutelare la salute dei cittadini viadanesi”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti