Cronaca
Commenta

Nuovo incidente sul ponte di Viadana: code nell'ora di punta per i lavoratori

C’è chi segnala di avere impiegato un quarto d’ora solo per percorrere un tratto di 500 metri dal semaforo di San Martino, che è ancora vicino al centro di Viadana. Le code arrivano fino al supermercato Conad di Viadana in direzione Casalmaggiore.

VIADANA – Si apre con una brutta notizia il mercoledì mattina dei lavoratori del Casalasco che, per andare a lavorare sulla sponda parmense, passano solitamente dal ponte Po di Viadana-Boretto. A distanza di sole 48 ore dall’incidente (tamponamento tra quattro mezzi) che aveva bloccato il passaggio per diverso tempo lunedì mattina, ecco che la stessa situazione si ripropone mercoledì mattina, appunto, per la precisione all’inizio della rampa per il ponte su sponda Viadanese.

L’entità dell’incidente appare lieve (si tratta di un tamponamento tra un camion e un’auto), ma  il traffico è stato pesantemente rallentato, trattandosi di un’ora di punta caratterizzata dal passaggio di molti mezzi. C’è chi segnala di avere impiegato un quarto d’ora solo per percorrere un tratto di 500 metri dal semaforo di San Martino, che è ancora vicino al centro di Viadana. Le code arrivavano fino al supermercato Conad di Viadana in direzione Casalmaggiore. Sulla sponda reggiana alle ore 8 le code partivano addirittura dalla fine dell’abitato di Brescello, il che rende l’idea della gravità del disagio.

Qualcuno ha riferito di avere impiegato due ore per arrivare al lavoro al posto dei canonici 50 minuti (già aumentati dalla chiusura del ponte stradale di Casalmaggiore). Solo attorno alle 10, tre ore e mezza dopo l’incidente, la situazione è tornata alla normalità, evidenziando comunque una volta di più il grave disagio vissuto dai lavoratori del comprensorio, col traffico incanalato tutto verso Viadana stante la chiusura del ponte casalese.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti