Commenta

Cavatorta e la svolta PGT:
"Lavoro silenzioso, ma ci
siamo: ecco le prossime tappe"

“Vorrei sottolineare - insiste Cavatorta - come l’impegno di un nuovo PGT fosse e sia tra i principali del nostro programma elettorale e di mandato. Abbiamo lavorato consapevoli delle richieste di sistemazioni di tante questioni aperte".

VIADANA – “Il progetto di variante al PGT è in elaborazione: dopo un iniziale, positivo e costruttivo confronto con l’amministrazione, gli incaricati individuati tramite gara, in stretta collaborazione con gli uffici comunali, stanno lavorando per produrre il documento di sintesi che sarà la base su cui incardinare la variante”: così il sindaco Giovanni Cavatorta fa il punto della situazione, annunciando per il 2019 un anno incentrato appunto su Piano di Governo del Territorio e su cantieri pubblici.

“Attualmente si attende – aggiunge il sindaco – che la Regione pubblichi sul BURL la delibera di approvazione del Consiglio Regionale della Variante al Piano Territoriale Regionale, documento che stabilirà quali sono i limiti di edificabilità che dovremo introdurre nel nostro PGT e altre indicazioni in ottemperanza alla LR 31/2014. La deliberà dovrebbe essere approvata entro il 15 febbraio. Poi, va ricordato, ci sarà anche il coordinamento e adeguamento col livello provinciale”.

“Vorrei sottolineare – insiste Cavatorta – come l’impegno di un nuovo PGT fosse e sia tra i principali del nostro programma elettorale e di mandato. Abbiamo lavorato incessantemente in questi anni consapevoli delle richieste di sistemazioni di tante questioni aperte sul territorio, scatenate dal recente passato della roboante “Viadana a 26.000 abitanti”, situazioni da risolvere (ed evidenziate da oltre 200 richieste di modifiche avanzate dai cittadini nel periodo in cui abbiamo aperto i termini di presentazione delle istanze puntuali circa un anno fa: né approfitto per dire che, nonostante abbiamo lasciato aperto i termini molto più del minimo di legge previsto, chi volesse può ancora inoltrare richieste, vogliamo dare la massima disponibilità e apertura)”.

“Con determinazione – rimarca il sindaco – stiamo portando avanti questo complesso e lungo iter che, come si diceva prima, non dipende esclusivamente da noi ma anche e soprattutto dagli enti locali superiore. Comunque, nonostante le difficoltà ormai quasi insormontabili nel reperimento delle risorse di spesa corrente, siamo riusciti a destinare ben 150.000 € per tale importante capitolo, (ribadisco cifra eccezionale di questi tempi per un comune sano e che rispetta le norme contabili come il nostro) a dimostrazione della priorità che riveste per noi e nei confronti dei cittadini”.

“Quindi, riassumendo, possiamo affermare – conclude Cavatorta – che il 2019 sarà per la nostra amministrazione e Viadana l’anno in cui entrerà nel vivo il piano di governo del territorio ma non solo: sarà l’anno di tanti cantieri e opere pubbliche su tutto il territorio comunale da nord a sud (che si aggiungono alle già diverse portate a termine finora per centinaia e centinaia di migliaia di euro): dal palazzetto, al grande piano asfalti (con ciclabile di Bellaguarda e restauro fontana di piazza Manzoni), dall’adeguamento e messa in sicurezza ciclabile via Marconi/Vanoni, alla realizzazione della rotatoria su via Kennedy, alla riqualificazione di via Pangona, (presto inaugureremo il tratto ciclabile Cogozzo/Cicognara che permetterà di collegare in continuità Viadana centro a Cicognara) ed altro ancora. Tutto ciò reso possibile grazie a tanto lavoro silenzioso ma impensabile senza la grande compattezza politico amministrativa della maggioranza e l’ottima sinergia con gli uffici e gli esemplari tecnici comunali.  Cercheremo di rispondere, come sempre, alle chiacchiere di pochi coi fatti”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti