Commenta

Nek imprigiona Giuseppe
Boles: c'è anche il casalese
nel video della canzone di Sanremo

Boles ha girato alcune scene di interni vestito da carcerato e lo ha fatto all’incirca un mese fa a Verona. Boles, che è pure accreditato nelle didascalie su Youtube, viene viene mostrato di diversi frame. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

CASALMAGGIORE – Pare non essere stavolta tra i favoriti del Festival di Sanremo, ma se sarà il caso, come recita la sua canzone, proverà a farsi trovare pronto. Parliamo di Nek, in arte Filippo Neviani, che si è esibito martedì nella prima serata del Festival come terzo artista in gara. Chi si è fatto trovare pronto, intanto, è sicuramente Giuseppe Boles di Casalmaggiore: il poliedrico artista casalese, infatti, ha preso parte col suo volto e fisico da caratterista, al videoclip dell’ultima canzone di Nek, proprio quella portata al Festival ligure.

Boles ha girato alcune scene di interni vestito da carcerato e lo ha fatto all’incirca un mese fa a Verona. Boles, che è pure accreditato nelle didascalie su Youtube, viene mostrato di diversi frame ed è ben riconoscibile all’interno del video della canzone di Nek “Mi farò trovare pronto”. Non è la prima volta che il casalese classe 1972 prende parte a videoclip con grandi artisti della canzone italiana: ricordiamo la sua partecipazione a “Partigiano Reggiano” di Zucchero, a “Killer” con Tiziano Ferro e Baby K, a “Ultraleggero” di Gianni Morandi. Per la prima volta, però, il videoclip fa riferimento a una canzone in scena al Festival di Sanremo, che dunque sarà molto più visibile anche su YouTube proprio grazie al palcoscenico garantito dalla gara canora.

Il video è stato pubblicato soltanto nella mattinata di mercoledì, per non violare il regolamento sanremese, molto rigido, che ovviamente vieta – pena la squalifica – la diffusione delle canzoni con qualsiasi mezzo prima che queste vengano cantate per la prima volta sul palco dell’Ariston. La regia del videoclip è di Gaetano Morbioli, mentre Boles – che ha girato in una stanza messa a disposizione dall’Università di Verona la propria scena – interpreta il padre carcerato del pugile protagonista.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti