Commenta

Picchiano mogli e figli con bastoni
e sedie, tre pakistani fermati dagli
uomini del comandante Regni

A segnalare inizialmente ai carabinieri la gravità della questione i Servizi Sociali che si erano resi conto che qualcosa non andava. Secondo gli stessi carabinieri, i tre uomini avrebbero agito 'in concorso morale'

GUASTALLA – Altro bel colpo della Compagnia dei Carabinieri di Guastalla, coordinata dal Comandante – ex comandante della Compagnia di Casalmaggiore – Luigi Regni.

Il GIP del tribunale di Reggio Emilia ha firmato l’ordine di custodia cautelare nei confronti di 3 pachistani, un 36enne, un 47enne e un 49enne, residenti nello stesso stabile. Le indagini, coordinate dal Pubblico Ministero della procura reggiana Maria Rita Pantani, avrebbero portato alla luce episodi di violenza domestica. I tre sono accusati, secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri, di maltrattamenti nei confronti delle mogli e dei figli minori. Violenze ‘aggravate e continuate’, vessazioni verbali, pugni in testa e botte con sedie, scarpe e bastoni.

Le violenze sono avvenute anche in presenza dei figli minori dei tre. Vessazioni psichiche e fisiche.

A segnalare inizialmente ai carabinieri la gravità della questione i Servizi Sociali che si erano resi conto che qualcosa non andava. Secondo gli stessi carabinieri, i tre uomini avrebbero agito ‘in concorso morale e materiale tra loro, istigandosi reciprocamente’.

Uno degli arrestati, il 36enne, è chiamato a rispondere anche dell’accusa di violenza sessuale continuata e aggravata. La moglie, costantemente vessata e picchiata, sarebbe stata costretta a rapporti sessuali forzati sotto la minaccia della violenza. Una situazione di degrado alla quale i carabinieri di Regni hanno posto fine.
redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti