Commenta

Increscendo, la scuola
di Bozzolo e un magazine
d'avanguardia tra i banchi

Il magazine Increscendo, peraltro, consultabile on line per evitare di utilizzare carta e favorendo dunque l’ecologia, produce dai 2 ai 3 numeri all’anno con interviste e spesso anche approfondimenti e mini inchieste.

BOZZOLO – Un giornale on line, dal titolo evocativo “Increscendo”, scritto, curato e redatto esclusivamente dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Bozzolo, con contributo dunque anche della sezione di Rivarolo Mantovano. Un web magazine che riceve il contributo attivo di tutti i plessi dell’Istituto: il nuovo numero è stato presentato mercoledì alle 9.30 nella conferenza stampa che ha visto protagonista proprio la redazione con gli studenti e le insegnanti a supporto, su tutte Elide Bergamaschi e Michela Maffei coordinate dalla dirigente scolastica Elena Rizzardelli, per spiegare tematiche e novità.

Rispetto alla già modificata veste grafica introdotta lo scorso anno, alcuni accorgimenti non sono mancati, tutti volti ad una maggiore capillarità della diffusione e della fruizione nonché ad un più vivo coinvolgimento del pubblico di giovani lettori. Per il comune erano presenti il sindaco Giuseppe Torchio e l’assessore all’Istruzione Cecilia Gialdini. Quest’ultima, con riferimento agli ultimi atti vandalici che hanno purtroppo interessato anche Bozzolo, ha commentato sulla propria pagina Facebook con un pensiero significativo: “Da adulto, mi permetto di sottolineare come il nostro paese non abbia solo una rappresentanza fatta di imbrattatori, ma anche di giovani, giovanissimi che il pomeriggio lo passano a scuola (quando non è loro strettamente richiesto) a discutere e a impegnarsi di fronte alle tematiche che l’attualità impone. Grazie a loro, alle loro famiglie che sostengono da casa queste attività e grazie agli insegnanti”.

“Una scuola al top e di cui essere fieri per l’educazione al senso critico con cui valutare i fatti – ha evidenziato il sindaco Torchio, il quale ha ricordato le tante figure pedagogiche passate dal territorio casalasco-viadanese – . Così sarete cittadini integrali, liberi nel pensiero, critici nella valutazione degli eventi, capaci di alimentare e di apprezzare gli ideali di libertà, cresciuti, insieme allo sviluppo dell’educazione nella valle dell’Oglio con le figure chiave di Ferrante Aporti (San Martino), delle sorelle Agazzi (Volongo), di don Primo Mazzolari (Bozzolo), Mario Lodi (Vho di Piadena)”.

Il magazine Increscendo, peraltro – consultabile on line per evitare di utilizzare carta e favorendo dunque l’ecologia e che produce dai 2 ai 3 numeri all’anno con interviste e spesso anche approfondimenti e mini inchieste collegate a temi connessi al mondo della scuola – ha ricevuto negli anni scorsi le felicitazioni del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e di Papa Francesco, quando e le due istituzioni vennero in visita a Bozzolo. Tra i temi più forti, a conferma dell’attualità e del coinvolgimento dei ragazzi mai banale, quello del bullismo e del cyberbullismo, particolarmente sentiti e delicati a quell’età, e ancora episodi di vandalismo, pietre d’inciampo per ricordare lo sterminio degli ebrei, visita al municipio di Bozzolo e incontro col sindaco, recupero dei corpi dei migranti in fondo al mare, sport con riferimenti al karate.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti