Ultim'ora
Commenta

La piccola Tornata scelta per
il test delle nuove tre bande del
5G (con polemica elettrosmog annessa)

La sperimentazione, in linea con gli indirizzi dell’Unione Europea, dovrà avvenire entro i prossimi due anni, come affermato da AgCom. Il punto è che parecchi dei primi cittadini interessati non sono nemmeno a conoscenza della novità che li riguarda.

TORNATA – Ci sono anche due comuni cremonesi tra i 120 italiani chiamati a sperimentare le tre bande del 5G. Una è nel Casalasco ed è Tornata, l’altra nel Cremonese ed è Crotta d’Adda. Tenuto conto che attorno alla nuova strategia per la banda ultra-larga si sono già sollevate perplessità legate al cosiddetto fenomeno dell’elettrosmog, colpisce che ancora una volta al centro dell’attenzione finisca Crotta d’Adda, dove il comitato che si è opposto alla realizzazione di un compostore è vicino a vincere una lunga battaglia.

La sperimentazione, in linea con gli indirizzi dell’Unione Europea, dovrà avvenire entro i prossimi due anni, come affermato da AgCom. Il punto è che parecchi dei primi cittadini interessati non sono nemmeno a conoscenza della novità che li riguarda. Oltre ai 120 comuni, saranno coinvolte le smart city: Roma, Milano, Torino, Cagliari, L’Aquila, Bari, Matera, Prato. Entro il 1° gennaio 2022 le compagnie telefoniche aggiudicatarie dovranno avviare il 5G, per permettere almeno all’80% della popolazione la corretta fruizione in tutti i capoluoghi di provincia e nelle città con oltre 30mila abitanti.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti