Commenta

Redditi, Crema sul podio,
casalasco nelle retrovie:
Casalmaggiore solo 29°

Ne emerge la fotografia di un territorio frammentato, dove i più ricchi si concentrano nel Cremasco, mentre i più poveri nel Casalasco. In particolare, il reddito medio più basso si trova a Cingia de Botti ed è pari a 15.968

E’ Crema il comune più ricco della provincia di Cremona, con un reddito medio procapite pari a 23.971 euro. Segue Malagnino, con 23.298 euro. Solo terzo posto per Cremona, con 22.974 euro e addirittura 29º per Casalmaggiore, con 20.530 euro. Questi i dati relativi ai redditi 2017, resi noti dal Ministero delle Finanze e rielaborati da Cremonaoggi. Numeri in crescita rispetto allo scorso anno per Crema e Malagnino, mentre Cremona risulta in calo
Ne emerge la fotografia di un territorio frammentato, dove i più ricchi si concentrano nel Cremasco, mentre i più poveri nel Casalasco. In particolare, il reddito medio più basso si trova a Cingia de Botti ed è pari a 15.968. Poco meglio Ca’ d’Andrea, al 114º posto, con 16.007, e Castelvisconti, al 113º con 16.214. Sono dieci in tutto i Comuni con un reddito inferiore ai 17mila euro, mentre nella parte alta della classifica si trovano anche Bonemerse (appena dopo Cremona con 22.789 euro), Capergnanica (22.081) e Madignano (22.033).
Guardando i principali comuni del Casalasco, il primo comune è Casalmaggiore che si colloca al 29° posto con 20.530 euro pro capite, al 50° troviamo San Giovanni in Croce con 19.719 euro e al 58° Riavolo del Re con 19.428 euro. A scalare tutti gli altri. Da notare che negli ultimi 15 posti si collocano ben 9 comuni del Casalasco.
Nella classifica a livello nazionale emerge un’Italia divisa in due, con un Nord in cui si concentra la maggior parte dei Comuni ricchi e un Sud dove si contano quelli più poveri. Guardando alle regioni, le più ricche sono come sempre Lombardia, Emilia Romagna e Lazio, mentre nel fondo della classifica si trovano Basilicata, Molise e Calabria. Guardando alla crescita, la regione che registra quella maggiore è il Trentino Alto Adige (+407) seguito dalla Lombardia (+104).

Laura Bosio

 

© Riproduzione riservata
Commenti