Commenta

Anche Panguaneta
al Fuorisalone di Milano
con l'installazione "InLuce"

"InLuce rappresenta una grande occasione per Panguaneta e per tutta la filiera per mostrare la bellezza e la versatilità del legno, che diventa protagonista di un'installazione ad alto contenuto culturale e scientifico" afferma Mauro Azzi.

MILANO – Arte e scienza si incontrano, grazie al legno, nelle stanze dell’installazione artistica del Gruppo RCS realizzata dalla Filiera del Legno FVG con il coordinamento del Consorzio Innova e la partnership con Panguaneta. Legno, design e scienza. Dal connubio di tre diversi campi d’intervento nasce “InLuce”, l’installazione artistica dello studio Castagna-Ravelli, protagonista al FuoriSalone 2019 in Via Solferino a Milano dal 9 al 14 aprile. “InLuce” è un vero e proprio viaggio multisensoriale tra luci e profumi di legno, volto non solo ad essere un momento d’arte, ma anche di scienza.

Legno di abete proveniente dalle foreste friulane e pannelli in legno di pioppo nazionale a filiera corta compongono la struttura che si sviluppa su sette stanze; in ognuna di queste i visitatori saranno sottoposti ad una stimolazione luminosa diversa e saranno invitati a risolvere dei piccoli test, preparati da uno staff di ricercatori del Policlinico di Milano. “InLuce rappresenta una grande occasione per Panguaneta e per tutta la filiera per mostrare la bellezza e la versatilità del legno, che diventa protagonista di un’installazione ad alto contenuto culturale e scientifico – afferma Mauro Azzi, presidente Panguaneta – . I nostri pannelli di compensato nascono da un’economia naturalmente circolare e le nostre lavorazioni sfruttano la materia prima con tecnologie all’avanguardia che permettono di valorizzarla al meglio e di rendere il processo produttivo efficiente e sostenibile. Il contesto della Design Week milanese ci permette di comunicare al grande pubblico il valore del legno con le sue qualità tecnologiche altamente performanti per il mondo del progetto e del design”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti