Commenta

Presto un nuovo condotto
fognario e di depurazione
a Cavallara e Cizzolo (verso Dosolo)

Lavori per 1,5 milioni di euro. "Confidiamo che questo sia solo un passo per il completamento della rete nelle frazioni ancora prive di un collegamento al sistema di depurazione, come San Matteo delle Chiaviche, Sabbioni e Squarzanella" spiega Cavallari.

VIADANA – E’ stato raggiunto in questi giorni l’accordo tra l’amministrazione comunale di Viadana, con il lavoro degli uffici tecnici e dell’assessore ai Lavori Pubblici Franco Rossi, e Tea per la realizzazione del condotto fognario e di depurazione per le frazioni di Cizzolo e Cavallara. I lavori prevedono la posa di nuove tubazioni che raccoglieranno tutte le linee per convogliare verso Dosolo.

Da contratto la ditta appaltatrice, oltre agli scavi, dovrà eseguire il rifacimento delle asfaltature per tutta la larghezza della strada e sistemare la relativa segnaletica orizzontale. Il cronoprogramma è indicativamente il seguente: inizio lavori a fine aprile 2019; posa delle tubazioni e strato di binder entro l’estate 2019; allaccio di tutte le utenze a settembre-ottobre 2019; tappeto definitivo su tutta la carreggiata a primavera 2020. “Il problema della realizzazione di un sistema fognario e di depurazione nelle frazioni Nord – spiega Alessandro Cavallari, vicesindaco e referente per queste frazioni – è stato affrontato per la prima volta nel 1996 dall’amministrazione comunale quando ancora la gestione delle fognature era in capo al comune. Venne fatto in quegli anni un primo studio di fattibilità ma venne data priorità alle frazioni di Buzzoletto, Salina, Casaletto e Bellaguarda, in quanto era possibile collegarle al depuratore comunale con la collaborazione di GISI Spa, società partecipata che realizzò i collettamenti. Quindi, con la concessione del servizio a Tea Acque e con l’approvazione del primo piano d’ambito nel 2006 e la successiva revisione nel 2016, ha avuto nuovo impulso il progetto per completare il sistema idrico integrato nelle frazioni Nord di Viadana”.

“Intanto la società concessionaria – spiega sempre Cavallari – ha presentato nel 2017 il progetto di collettamento delle frazioni di Cavallara e Cizzolo al depuratore di Dosolo per un investimento di 1 milione e mezzo di euro, finanziati dal concessionario, opera che a breve sarà iniziata e permetterà di migliorare la qualità delle acque nelle frazioni, oltre alle condizioni igieniche sanitarie. Confidiamo che questo sia solo un passo per il completamento della rete nelle frazioni che sono ancora prive di un collegamento al sistema di depurazione, come San Matteo delle Chiaviche, Sabbioni e Squarzanella e che, dopo il completamento della rete di acquedotto, si realizzi un sistema di distribuzione dell’acqua potabile, fognatura e depurazione nel pieno rispetto delle normative ambientali”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti