Commenta

Amurt, il nuovo presidente
è il viadanese De Cillis
Il bilancio 2018 di Bocchi

Cosimo De Cillis di Viadana sarà presidente, Antonio Russo di Firenze il suo vice. Segretario sarà il casalese Fulvio Artoni, Giacomo Boselli da Parma invece consigliere e coordinatore italiano, mentre Bocchi di Casalmaggiore resterà come consigliere.

CICOGNARA (VIADANA) – Si è svolta nella nuova sede di Cicognara l’annuale assemblea di Amurt Italia, in allegato la relazione morale 2018 dell’associazione. Il nuovo consiglio direttivo per i prossimi due anni sarà così composto: Cosimo De Cillis di Viadana sarà presidente, Antonio Russo di Firenze il suo vice. Segretario sarà il casalese Fulvio Artoni, Giacomo Boselli da Parma invece consigliere e coordinatore italiano, mentre Paolo Bocchi di Casalmaggiore, presidente per 20 anni, resterà come consigliere.

“Amurt chiude il 2018 con un bilancio sostanzialmente in linea con quelli degli anni precedenti – ha spiegato proprio Bocchi, presidente uscente – . Le adozioni a distanza costituiscono sempre il settore principale da cui ricaviamo offerte, in crescita Kenya e Thailandia stabili Ghana, India, Mongolia, Romania, Thailandia,, Uganda e Nepal. Anche quest’anno abbiamo puntato sull’organizzazione di cene, pizzate, spettacoli culturali, concerti, eventi sportivi e manifestazioni in genere ma anche ad importanti collaborazioni. Amurt sta estendendo anche il proprio raggio d’azione in Italia, Amurt Firenze si è confermata sempre più attiva nell’organizzazione di concerti e con varie iniziative a favore di Baan Unrak in Thailandia, anche Amurt Bari sta contribuendo con alcune attività di raccolta fondi”.

“Amurt Genova – ha proseguito Bocchi – ha gestitito l’emergenza del crollo del ponte acquistando elettrodomestici e generi per la cura della casa a favore delle famiglie sfollate. Continua la collaborazione con Amurt Catania tramite l’associazione Stella Polare impegnata ad aiutare i ragazzi delle periferie con diverse attività tra le quali il doposcuola ed il Grest. Amurt Bologna è attiva tutte le settimane con distribuzioni di cibo ai senzatetto con un numero di volontari in crescita ed è ormai autosufficiente finanziariamente grazie ad amici e sponsor. Amurt Parma ha svolto attività di animazione a favore degli anziani ma soprattutto ha allestito un programma culturale e ricreativo presso Corte Boselli a Mozzano che ha coinvolto molta gente e consentito di raccogliere fondi. Molto bene le attività a Viadana dalla lotteria del “Save the Bobby” alle molte altre iniziative promosse tutto l’anno. Grande successo per la 24 ore di Sport e Solidarietà organizzata a Casalmaggiore che ha raccolto una partecipazione sempre crescente di atleti e partecipanti il ricavato è stato destinato alla realizzazione di una palestra a cielo aperto”.

“La pubblicazione del libro “Prima del buio” del Prof. Stefano Passeri – ha detto poi Bocchi – ha consentito di distribuire risorse a favore delle famiglie meno abbienti del territorio fra Cremona e Parma e Viadana. Il pullman multiuso acquistato per la scuola di Likoni in Kenya viene utilizzato a pieno regime ma sono comunque costanti gli aiuti inviati per sfamare i tantissimi bambini di strada che quotidianamente accorrono al nostro Centro. In Burkina Faso abbiamo costruito diverse casette per gli studenti ed acquistato 2 motociclette per i volontari. E’ stata realizzata un’importante collaborazione con il Rotary CVS per la costruzione di 20 pozzi in Nigeria di cui beneficeranno 10.000 persone circa, a tal proposito è stato compiuto un viaggio in Africa per supervisionare i lavori. Abbiamo sostenuto Amurt Grecia per l’attività a favore dei profughi siriani e ad Amurt Albania per l’asilo”.

“A Cicognara – ha concluso Bocchi – è iniziata la sistemazione della casa che ci è stata concessa in comodato d’uso per alcuni anni, a breve diventerà un Centro Amurt polifunzionale di cui si occuperanno i volontari di Viadana e Casalmaggiore, nel 2019 completeremo l’opera ed inizieranno i progetti stipulati con il Comune di Viadana del riuso in collaborazione con la Fondazione papa Giovanni ventitreesimo e dell’Emporio alimentare con Caritas e Croce Rossa. Visto che da qualche anno a causa della perdurante crisi economica diventa sempre più difficile reperire risorse finanziarie si è pensato di puntare sulla partecipazione ai bandi nazionali ed europei per i quali ci stiamo accreditando con una speciale procedura. Stiamo costruendo grazie all’aiuto di alcuni volontari un nuovo sito Internet di ultima generazione che andrà a sostituire il precedente ormai obsoleto. Proseguiranno le collaborazioni con Associazioni, Enti, aziende nell’ottica di attivare nuove e positive sinergie”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti