Commenta

Manifesti elettorali strappati,
il Listone denuncia ai Carabinieri:
"Così manca il rispetto"

"E’ un atteggiamento scorretto, che dobbiamo evidenziare, e per il quale abbiamo già segnalato il fatto ai Carabinieri e abbiamo sporto denuncia. La campagna elettorale può avere toni duri e accesi - spiegano dalla civica - ma deve esserci rispetto".

CASALMAGGIORE – E’ un’accusa che non può essere circostanziata e mirata, quella della lista civica del Listone, ma è comunque un’accusa a un sistema che piace sempre meno. Non è la prima volta che – non solo a Casalmaggiore – la campagna elettorale si scalda a tal punto da portare ignoti a vandalizzare e strappare i manifesti elettorali dalle plance dove gli spazi sono adeguatamente assegnati. Un atteggiamento che non ha padre e si ripercuote da destra a sinistra molto, troppo, spesso. E questa volta, nelle scorse ore, è toccato proprio alla civica del Listone raccogliere quel che rimaneva di alcuni manifesti.

Nella foto Fazzi mostra la denuncia presentata ai Carabinieri di Casalmaggiore

“E’ un atteggiamento scorretto, che dobbiamo evidenziare, e per il quale abbiamo già segnalato il fatto ai Carabinieri e abbiamo sporto denuncia. La campagna elettorale può avere toni duri e accesi – spiegano dalla civica – ma deve esserci rispetto e questo, nel caso specifico, non c’è stato. Non possiamo avere sospetti, né vogliamo lanciarli, ma segnaliamo l’accaduto: diversi manifesti sono stati strappati e buttati a terra. Facciamo presente che quei manifesti hanno un costo e noi, a differenza dei partiti, facciamo una campagna elettorale che viene sostenuta dagli stessi candidati e da chi è vicino alla nostra lista”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti