Commenta

"Stima e ammirazione per
i dipendenti, ma sul Nucleo
Alzheimer occorreva fare di più"

Lettera scritta da Franco Vacchelli, presidente Fondazione Busi

“Ritengo opportuno precisare che quanto da me affermato nell’intervista rilasciata ad Oglio Po News in merito al Nucleo Alzheimer, riguardo la frase “i pazienti erano lasciati a se stessi in condizioni igieniche intollerabili”, tale affermazione è dovuto all’osservazione avvenuta in seguito a visita improvvisa di pochi minuti in cui ho colto, come in un flash, la situazione descritta ma che ovviamente non poteva fotografare la realtà nell’intero arco temporale del contesto.

Questo giudizio e le diverse critiche dei parenti, compreso un componente del Cda che aveva un parente ricoverato, a cui si aggiungono le lamentele riguardanti il caldo a causa di un inefficiente impianto di condizionamento che nel periodo estivo aggravavano le condizioni igieniche, a cui va aggiunto il numero del personale non adeguato e non adeguatamente formato, mi avevano spinto a questa ispezione improvvisa.

Da tutto questo condiviso dal Cda e dal direttore sanitario nasce l’idea della costruzione di un nuovo reparto dedicato. Non era pertanto mia intenzione riferimenti alla mancanza di professionalità dei dipendenti, che stimo ed ammiro, per cui sento la necessità della presente precisazione e rettifica”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti