Commenta

Niente fuochi a Piazza Spagna?
La Pro Loco smentisce e rilancia:
"Più eventi e il sax di Springsteen"

Un progresso a livello di eventi con novità significative, tra cui Jake Clemons, il sassofonista del "Boss" Bruce Springsteen in tour mondiale, che passerà pure dai Giovedì d'Estate - manifestazione parallela di Piazza Spagna - il 13 giugno sul "listone" nella rassegna "Musica in Castello".

CASALMAGGIORE – Due piccioni con una fava? Probabilmente sì e questo è ciò che tutti sperano. Con una buona notizia: probabilmente i fuochi d’artificio e lo spettacolo dei lumini sul Po verranno mantenuti anche quest’anno, al termine della Fiera di Piazza Spagna. Un classicone di mezza estate per Casalmaggiore, che però rischiava (in realtà rischia tuttora) di essere sospeso in questa edizione.

Ma cerchiamo di vedere il lato positivo, o meglio la parte mezza piena del bicchiere: se i fuochi restano in stand by, ecco che la Fiera di Piazza Spagna avrà un totale, in questa edizione, di 13 appuntamenti, anziché i 9-10 del passato. Un progresso a livello di eventi con novità significative, tra cui Jake Clemons, il sassofonista del “Boss” Bruce Springsteen in tour mondiale, che passerà pure dai Giovedì d’Estate – manifestazione parallela di Piazza Spagna – il 13 giugno sul “listone” nella rassegna “Musica in Castello”. Un progresso, si diceva, figlio di una decisione particolare.

Quando la Pro Loco ha vissuto la propria crisi, con il passaggio dal vecchio al nuovo consiglio successivo alle dimissioni del presidente Marco Vallari, il vice presidente Mirko Devicenzi ha pensato che non fosse il caso di mantenere uno spettacolo che, per quanto suggestivo e amato, si esaurisse in una sola serata, in un’ora circa. O meglio ha ammesso che, senza aiuti esterni, non era possibile mantenerlo. Ecco perché quel budget – che senza rinforzi non poteva essere aumentato – è stato reinvestito su un maggiore numeri di eventi a disposizione della popolazione e del territorio.

Dopo di che, con il nuovo consiglio eletto e Liliana Cavalli presidente, dunque dopo che la crisi è rientrata, qualche cittadino si è avvicinato all’associazione con sede in piazza Garibaldi, offrendosi di trovare nuovi sponsor – esterni rispetto a quelli ai quali da sempre la Pro Loco si rivolge – e creando in poco tempo una buona copertura. Tanto che oggi, a pochi giorni dal fatidico mese di giugno, il mese appunto della Fiera di Piazza Spagna, la speranza di avere più eventi e assieme mantenere fuochi e cascata di lumini sul Po si fa concreta. Come sempre in questi casi, stiamo a vedere.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti