Cronaca
Commenta

Rotonda Penny "maledetta": il gesto eclatante di Berardi porta a riparare il maxi avvallamento

La speranza è che la rotonda maledetta, che già molte polemiche tra alcuni residenti ha suscitato sin dal suo progetto esecutivo ritenuto poco idoneo a gestire il traffico in entrata da diverse vie limitrofe, possa ora essere conclusa senza altri intoppi.

CASALMAGGIORE – Sembra essere una rotonda maledetta, quella del Penny Market a Casalmaggiore. Una rotatoria che ancora non c’è o che per lo meno non è finita, che ha subito ritardi dato che doveva essere inaugurata il 5 giugno con la riapertura del ponte stradale Casalmaggiore-Colorno e che oggi, martedì, ha spinto il neo comandante della Polstrada casalese Rino Berardi a un gesto eclatante.

Attorno alle 12 Berardi si è posizionato sulla rotonda segnalando un cedimento dell’asfalto ben visibile in un tratto – con altre buche e micro avvallamenti vicini non subito rilevati perché meno visibili ma comunque parimenti pericolosi specie al passaggio di mezzi pesanti – e promettendo di non andarsene prima che il danno fosse sistemato. Un danno peraltro segnalato sin dai primi giorni di asfaltatura da alcuni residenti, ma evidentemente mai preso in esame seriamente.

Sull’Asolana, strada sulla quale la rotonda insiste – con i lavori assegnati dalla Provincia di Cremona alla ditta De Carli di Capralba – i camion e i mezzi pesanti in genere non mancano mai. E le sollecitazioni del traffico di un certo tipo non facilitano la tenuta della strada. L’asfalto ancora liquido, evidentemente non di grande qualità, ha così portato alla creazione di buche ben visibili che rischiavano di allargarsi ulteriormente, scivolando in avanti, e fare cedere del tutto il fondo stradale.

Da qui la decisione di Rino Berardi di posizionarsi presso la rotonda, chiedendo un intervento immediato sotto la minaccia di non andarsene da lì prima della risoluzione del problema. Che, in effetto, attorno alle 16, è stato sistemato con l’intervento della ditta avvenuto sotto gli occhi anche del sindaco Filippo Bongiovanni, che solo pochi giorni fa aveva criticato i lavori alla rotonda per i ritardi subìti dagli stessi rispetto al contratto d’appalto e al cronoprogramma in mano alla Provincia. Sul posto anche gli agenti della Polizia Locale di Casalmaggiore.

Gli stessi, assieme alla Polstrada, mercoledì dalle 12 alle 12.15 controlleranno il passaggio del Giro d’Italia Under 23 da Casalmaggiore (e pochi minuti dopo anche da Piadena e da Canneto sull’Oglio), sempre lungo l’Asolana. Ma l’intervento, precisa Berardi, è stato richiesto anzitutto per l’incolumità futura di chi transiterà da quella strada, e non solo per i giovani ciclisti che da qui passeranno soltanto una tantum. La speranza è che la rotonda maledetta, che già molte polemiche tra alcuni residenti ha suscitato sin dal suo progetto esecutivo ritenuto poco idoneo a gestire il traffico in entrata da diverse vie limitrofe, possa ora essere conclusa senza altri intoppi.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti