Commenta

Po Grande è Mab Unesco:
la gioia di Piloni (PD),
Degli Angeli e Fiasconaro (M5S)

"Viene premiato, ancora una volta, il nostro patrimonio naturalistico e salgono così a 19 i territori italiani iscritti nelle riserve Mab dell’Unesco quali luoghi unici in cui si concilia lo sviluppo e la tutela della natura e in cui il rapporto tra uomo e ambiente è esemplare".

MILANO – Il Consiglio internazionale del Programma Mab (Man and Biosphėre) dell’Unesco ha proclamato due nuovi siti italiani riserve mondiali Unesco: la riserva “Po Grande” e le Alpi Giulie. La riserva “Po Grande” in Lombardia insiste, in particolare, nel territorio del Casalasco.

Il primo a commentare è stato Matteo Piloni, consigliere regionale del Pd: “Si tratta di un riconoscimento importante per la nostra terra! Motivo di orgoglio per tanti cremonesi e per gli amministratori, i consorzi e le realtà associative che in questi anni hanno lavorato per raggiungere questo risultato. Un motivo in più per proseguire nel percorso di valorizzazione del grande Fiume, che passa dalla capacità che avremo di coniugare sviluppo e sostenibilità. In questo la Lombardia dovrà giocare un ruolo fondamentale, insieme alle altre regioni, per portare finalmente questi obiettivi in Europa, la dimensione naturale in cui costruire buona parte dello sviluppo, infrastrutturale e non solo, del nostro Paese”.

Soddisfazione esprimono anche Marco Degli Angeli e Andrea Fiasconaro, consiglieri regionali del M5S Lombardia, che dichiarano all’unisono: “Siamo orgogliosi per questo ambito riconoscimento che va a un progetto italiano coordinato dall’Autorità Distrettuale del Fiume Po e sostenuto dal Governo e dal  Ministero dell’Ambiente, che ha lavorato molto seriamente per raggiungere un obiettivo non scontato. Viene premiato, ancora una volta, il nostro patrimonio naturalistico e salgono così a 19 i territori italiani iscritti nelle riserve Mab dell’Unesco quali luoghi unici in cui si concilia lo sviluppo e la tutela della natura e in cui il rapporto tra uomo e ambiente è esemplare. Con il M5S le politiche di sostegno all’ambiente e di tutela del territorio sono tornate nell’agenda del Governo”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti