Commenta

Degli Angeli (M5S): "Il Tibre
ferroviario deve essere
una priorità per il territorio"

"Il costo complessivo dovrebbe aggirarsi intorno agli 80 milioni di euro per elettrificazione completa tra Brescia e Parma, cifra irrisoria se confrontata con il corrispondente ed alternativo percorso autostradale che verrebbe a costare circa 3 miliardi" spiega il consigliere regionale.

È stato votato venerdì alla Camera il Decreto Crescita, il quale reca misure urgenti per lo sviluppo economico del nostro paese. All’interno viene previsto un meccanismo di collegamento con il Ministero dello sviluppo economico il quale assegna contributi ai comuni; fondi destinati alla realizzazione di progetti nel campo dello sviluppo territoriale sostenibile.

“La riduzione dell’inquinamento veicolare rappresenta una priorità. L’Italia si trova in notevole ritardo rispetto agli impegni assunti con la comunità europea e internazionale” commenta il Consigliere Regionale M5S Marco Degli Angeli. “Il settore del trasporto ferroviario – prosegue il consigliere – costituisce sicuramente un asset strategico ed è allora evidente che un rapido e tangibile miglioramento del sistema sia fondamentale per il ripensamento della mobilità in chiave sostenibile. Eppure, il sistema ferroviario non è stato sino ad ora valorizzato a dovere. Si rendono dunque necessari maggiori investimenti e una migliore programmazione di medio-lungo termine”.

“Un esempio per tutti – conclude Degli Angeli – è costituito dal percorso tra Parma-Piadena-Mantova-Verona, la cosiddetta TIBRE ferroviaria, il cui costo complessivo dovrebbe aggirarsi intorno agli 80 milioni di euro per elettrificazione completa tra Brescia e Parma, cifra irrisoria se confrontata con il corrispondente ed alternativo percorso autostradale che verrebbe a costare circa 3 miliardi! Ecco perché con orgoglio rivendichiamo l’approvazione di questo ordine del giorno (a firma M5S Barzotti, Zolezzi, Termini, Carinelli) che esplicitamente impegna il governo a valutare l’opportunità di iniziative che potenzino gli itinerari ferroviari, cosi da ridurre il consumo di suolo, migliorare la mobilità e ridurre notevolmente le emissioni inquinanti”. Leggi QUI l’ordine del giorno completo.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti