Commenta

Cinema all'aperto, al Diotti
ecco la rassegna "In Limine"
con un'anteprima nazionale

Si parte dall’anteprima italiana di “The Rider”, mercoledì 10 giugno, film di Chloé Zhao e storia di un cowboy che a causa di un infortunio non potrà più gareggiare ai rodei, dovendo occuparsi così pienamente della propria famiglia.

CASALMAGGIORE – Ci sarà anche un’anteprima, anzi la manifestazione si aprirà proprio con questa, nella rassegna del cinema all’aperto, che ormai da diverse estati accompagna Casalmaggiore e gli appassionati della settima arte. Come noto, le proiezioni avvengono in una cornice d’eccezione, ossia il Museo Diotti di Casalmaggiore, nel suo cortile esterno molto accogliente, con possibilità di cambio di location all’ultimo in caso di maltempo (e passaggio alla sala interna del museo di via Formis).

La rassegna si intitola “In Limine” e tratta di cinque film – raccolti e selezionati da Emanuele Piseri che ha ideato la manifestazione – sulla soglia della lite. Si parte, come detto, dall’anteprima italiana di “The Rider”, mercoledì 10 giugno, film di Chloé Zhao e storia di un cowboy che a causa di un infortunio non potrà più gareggiare ai rodei, dovendo occuparsi così pienamente della propria famiglia, senza però mai sopire il desiderio di rivincita. Un film che rappresenta una novità per la rassegna di cinema all’aperto casalese: mai infatti in calendario era finita una pellicola non ancora uscita al cinema. Una bella occasione, insomma. Il 17 luglio, invece, spazio a “Lady Bird” di Greta Gerwig, film candidato nel 2018 anche a Miglior Film agli Oscar di Los Angeles.

Il 24 luglio la rassegna “In Limine” sposa Stupor Mundi Russia, con il film “Summer” del regista Kirill Serebrennikov, che si intreccia con la grande musica pop mondiale che proprio la Russia sovietica, nella pellicola, cerca di tenere fuori dalla porta. Mercoledì 31 luglio è il turno di “Dogman” dell’italiano Matteo Garrone, considerato da molti come il miglior film italiano del 2018 e non a caso finito in pre-lista per gli Oscar. Ispirato a una storia vera, per quanto rivista, racconta del “canaro” Marcello che si vendicherà dei soprusi durissimi di un pugile e criminale che frequenta la periferia di Roma. Mercoledì 7 agosto, infine, si chiude con “Dililì a Parigi” di Michel Ocelot, in questo caso un cartone animato con una grafica e una resa visiva molto particolare. Tutti i film iniziano alle ore 21.30, l’abbonamento ha un costo di 12 euro, o di 10 per i minori di 25 anni e gli over 65, mentre ogni singolo ingresso ha un costo di 3 euro (o 2.50 per il ridotto).

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti