Commenta

La maestra Elena Tosi premiata
dal CUG (Unimore) per la tesi di
laurea 'Dalla parte delle Bambine'

La Tesi di Elena s'intitola: 'Dalla parte delle bambine - Analisi comparata dei personaggi femminili nell'opera di Bianca Pitzorno'

VICOBELLIGNANO – Che fosse una maestra eccezionalmente in gamba lo abbiamo scritto più volte. Precisa, maniacale nell’organizzazione, inesauribile è un vero punto di riferimento per tutti i bimbi ai quali insegna nella scuola elementare di Vicobellignano (peraltro una delle migliori in quanto ad inclusione scolastica). Elena Tosi, ha ricevuto ieri il premio Unimore (Università di Modena e Reggio Emilia) da parte del CUG (Comitato Unico di Garanzia) per la miglior tesi di laurea su ‘Pari opportunità, benessere lavorativo e contrasto alle discriminazioni’.

La Tesi di Elena s’intitola: ‘Dalla parte delle bambine – Analisi comparata dei personaggi femminili nell’opera di Bianca Pitzorno’.

“Questa tesi nasce – si legge nel riassunto analitico di presentazione – principalmente per il desiderio di rileggere, con occhio critico, i romanzi di Bianca Pitzorno e di conoscere meglio le motivazioni che possono spingere un’autrice a dedicarsi per tutta la vita a raccontare storie eleggendo le bambine a uniche protagoniste. A schierarsi dalla loro parte. Dalla parte delle bambine è anche il titolo di un saggio di Elena Gianini Belotti edito da Feltrinelli nel 1973, che sostiene che la differenza di carattere tra maschio e femmina non dipenda da fattori innati, bensì da condizionamenti culturali. Questo volume ha segnato profondamente Bianca Pitzorno, spingendola agli inizi della sua carriera a scrivere storie con protagoniste esclusivamente femminili. Da allora non ha più abbandonato quella vocazione, diventando a tutti gli effetti “madre letteraria di sole figlie femmine”. In questa trattazione si è cercato di indagare i motivi di questa scelta, oltre alla posizione dell’autrice e della sua produzione letteraria all’interno del panorama della letteratura per l’infanzia nazionale e internazionale. Per fare questo sono stati scelti cinque personaggi femminili (Alice di Carroll, Bibi della Michaelis, Pippi della Lindgren, Matilde di Dahl e Valentina di Petrosino) e cinque personaggi maschili (Cosimo di Calvino, Pinocchio di Collodi, Mowgli di Kipling, Enrico di De Amicis e Remi di Malot) della letteratura per l’infanzia e sono stati posti a confronto con la produzione dell’autrice. Infine sono stati portati due esempi di progetti in cui sono stati utilizzati come sfondo integratore alcuni libri di Bianca Pitzorno, uno alla scuola dell’infanzia e uno alla scuola primaria”.

La tesi (discussa nell’anno accademico 2016/2017) lo scorso anno è diventata anche un articolo scientifico scritto per la rivista dell’Università italiana di Pola, “Studia Polensia”. L’articolo si trova al link (https://hrcak.srce.hr/198584). Relatore della tesi è stato il professore cremonese Nicola S. Barbieri, professore associato di storia della pedagogia presso il Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

Elena Tosi, oltre a fare la maestra a Vicobellignano, ha due incarichi di collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia e con l’Università di Bolzano. “Per l’Università di Modena e Reggio Emilia – ci spiega – ho svolto l’incarico di tutor per l’insegnamento “Comparative History of Education” insieme al Professor Nicola S. Barbieri, mentre per l’Università di Bressanone mi sto occupando di un progetto di ricerca curato dalla Professoressa Antonella Coppi”.

Un lavoro complesso, quello della tesi, leggibile in formato pdf (https://morethesis.unimore.it/theses/available/etd-06142017-154920/) che ha tutte le caratteristiche dell’autrice. La maestra Elena, insegnante a Vicobellignano. Quella che tutti ricordano per determinazione. E sorrisi.

N.C.

 

© Riproduzione riservata
Commenti