Commenta

Casalmaggiore, consiglio tra
deleghe, Busi, Pro Loco e
Interflumina: tutti i nomi

Passando alle deleghe, quella al Commercio va a Martina Abelli, quella allo Sport a Igor Piazza, quella ai Tributi a Marco Poli, ex assessore al Bilancio, quella all’Ambiente invece a Mauro Sartori. Bongiovanni terrà per sè quella alla Sicurezza con Roberto Adorni in Consulta.

CASALMAGGIORE – E’ stato il consiglio comunale delle deleghe ai vari consiglieri, dopo che la giunta era già stata svelata da tempo, del nuovo consiglio d’amministrazione per la Casa di Riposo Busi, dei consiglieri inseriti nelle associazioni Pro Loco e Atletica Interflumina. Ma anche il consiglio comunale, a Casalmaggiore, della presentazione delle linee guida del programma di ciascuno degli assessori e delle immancabili polemiche, pur con un certo fair play di fondo.

A proposito della questione Busi, ossia Casa di Riposo, il nuovo Cda come da previsione sarà presieduto da una donna, Roberta Bozzetti, con i consiglieri espressi dalla maggioranza Gianluca Goi e Angela Bigi (riconfermati) ed Ennio Franchi (novità assoluta). Mancava il nome di minoranza: l’ha spuntata con i 5 voti del gruppo Casalmaggiore la Nostra Casa Calogero Tascarella, a discapito di Gabriel Fomiatti, nominativo espresso dal Listone che però ha ottenuto solo 3 preferenze, ossia quella del consigliere comunale del gruppo civico Alberto Fazzi e di due membri della maggioranza. Un voto quest’ultimo, che ha confermato la recente rottura in seno alla minoranza, divisa ora ufficialmente in due gruppi.

Proprio il Listone aveva presentato una interrogazione sulla questione della Casa di Riposo: il sindaco Filippo Bongiovanni ha fornito a Fazzi la risposta dei Nas dopo il sopralluogo nei locali della struttura di via Formis, nella quale si certificano gli evidenti problemi legati all’impianto di climatizzazione non funzionante e dalla quale è scaturito poi uno sprone, da parte di Ats Valpadana, per correre ai ripari. Nelle scorse ore un intervento di manutenzione straordinaria pare avere messo una pezza. “Ma a compierlo è stata una ditta diversa rispetto a quella più volte sollecitata, che non ha saputo risolvere nulla – ha accusato il sindaco Bongiovanni – . Per questo la Fondazione potrebbe chiedere i danni, a mio avviso”.

Anche Casalmaggiore la Nostra Casa ha presentato a sua volta una mozione legata alla situazione della Casa di Riposo (tenendo conto che entrambe le minoranze avevano fatto visita alla struttura): il gruppo di centro-sinistra, rappresentato come noto da cinque consiglieri, aveva chiesto nel documento il risarcimento per i residenti del Busi danneggiati dal protrarsi del disagio sopra descritto. La mozione ha occupato quasi un’ora di discussione in consiglio, ed è poi stata respinta: nessun risarcimento, dunque, nè alcuna proposta in questa direzione.

Passando alle deleghe, quella al Commercio va a Martina Abelli, quella allo Sport a Igor Piazza, quella ai Tributi a Marco Poli, ex assessore al Bilancio, quella all’Ambiente invece a Mauro Sartori. Bongiovanni terrà per sè quella alla Sicurezza con Roberto Adorni in Consulta. I tre consiglieri comunali in Pro Loco sono Marco Gerevini e Marco Poli per la maggioranza e Pierluigi Pasotto per la minoranza; nell’Atletica Interflumina, invece, Igor Piazza e Mauro Sartori per la maggioranza e Fabrizio Vappina per la minoranza.

Sulla presentazione delle linee programmatiche qualche screzio non è mancato per la divergenza di vedute passata in particolare dalle critiche di Pierluigi Pasotto e da una visione diversa di città nelle parole di Mario Daina. Fazzi ha invece invitato a evitare gli errori dell’amministrazione in particolare negli ultimi due anni. Al di là di alcuni picchi – legati anche all’annosa questione del lodo della Rete Gas, con Bongiovanni che ha difeso l’operato della sua amministrazione, dopo avere ereditato una situazione molto difficile – non è stato un consiglio troppo caldo. Per entrare nel vivo della vis polemica servirà forse un po’ di tempo.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti