Commenta

Ufficio immigrazione,
in sei mesi sono stati 39 gli
accompagnamenti alla frontiera

Inoltre, sono stati emessi 10 “Avvisi Orali” nei confronti di persone che, per la loro condotta di vita, sulla base di elementi di fatto, sono state ritenute vivere abitualmente, anche in parte, con i proventi di attività delittuose.

Bilancio di metà anno per la Questura di Cremona. Nel periodo compreso da gennaio a giugno l’Ufficio Immigrazione, in sinergia con l’Ufficio di Gabinetto e tutte le altre componenti della Questura, ha eseguito 39 accompagnamenti alle frontiere, di cittadini extracomunitari irregolari sul territorio nazionale, e 5 accompagnamenti ai “Centri di Permanenza per il Rimpatrio”, ai fini identificativi.

Nel corso dei servizi sono stati impiegati un centinaio di unità della Polizia di Stato che, da da Cremona, anche con viaggi particolarmente complessi, hanno raggiunto le località di frontiera nonché i vari Centri di Permanenza Temporanea del sud Italia, tra cui Potenza, Trapani e Bari. Per quanto riguarda la Divisione Anticrimine, il questore della provincia di Cremona Carla Melloni, in qualità di autorità provinciale di pubblica sicurezza, ha provveduto ad emettere su proposta della Divisione Anticrimine, 71 “Fogli di Via Obbligatori” da svariati Comuni della provincia, con divieti di ritorno compresi tra uno a tre anni, a carico di individui gravati da precedenti penali, non residenti, “operanti” in aree da tempo oggetto di una mirata attività preventiva da parte delle forze dell’ordine, per il contrasto dei reati contro la persona, il patrimonio e lo spaccio di stupefacenti.

Inoltre, sono stati emessi 10 “Avvisi Orali” nei confronti di persone che, per la loro condotta di vita, sulla base di elementi di fatto, sono state ritenute vivere abitualmente, anche in parte, con i proventi di attività delittuose e 13 provvedimenti di “Ammonimento”, nei confronti di altrettante persone. L’attività continuerà anche nel corso dei prossimi mesi.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti