Ultim'ora
Commenta

Raddoppio ferroviario
Cremona-Mantova-Milano, a Bozzolo
qualcosa (finalmente) si muove

Ora cominciano a vedersi depositi di materiali edili e giungono comunicazioni ai frontisti delle aree interessate ai rilievi geognostici. Buon segno anche se il sindaco Giuseppe Torchio è prudente: “Diremo gatto quando è nel sacco”.
Nella foto i sacchi di cemento comparsi davanti alla stazione di Bozzolo

BOZZOLO – Circa un mese fa una ditta incaricata da Italferr, società di progettazione delle Ferrovie dello Stato, aveva inviato una nota al Comune per richiedere la disponibilità per le autorizzazioni ai lavori necessari alla realizzazione del raddoppio ferroviario della Mantova- Cremona- Codogno. Ora cominciano a vedersi depositi di materiali edili e giungono comunicazioni ai frontisti delle aree interessate ai rilievi geognostici. Buon segno anche se il sindaco Giuseppe Torchio è prudente: “Diremo gatto quando è nel sacco”. Intanto sono però partite le indagini geognostiche nei mappali prossimi alla ferrovia, come testimonia la fotografia che pubblichiamo qui sotto.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti