Commenta

ItalGas, il comune costretto
a pagare 3 milioni? Viadana
Davvero: "Perché nessuno parla?"

"Parrebbe che in virtù del pronunciamento degli arbitri il comune debba rifondare cifre astronomiche al ricorrente. Per una questione di trasparenza sarebbe utile se i cittadini viadanesi fossero messi a conoscenza di questa vicenda".

VIADANA – Una nuova tegola si sta abbattendo sul comune di Viadana? La domanda arriva dal gruppo Facebook della lista civica “Viadana Davvero 2020”, che scenderà in campo per le prossime elezioni. “Girano notizie – scrivono da “Viadana Davvero 2020” sulla pagina del social network – che vorrebbero il comune di Viadana soccombente in un lodo arbitrale intentato da un gestore di servizi energetici (la ditta è la ItalGas, ndr). Parrebbe che in virtù del pronunciamento degli arbitri il comune debba rifondare cifre astronomiche al ricorrente. Per una questione di trasparenza sarebbe utile se i cittadini viadanesi fossero messi a conoscenza di questa vicenda”.

Una vicenda che per certi versi è molto simile a quella vissuta negli ultimi anni da altri comuni comprensoriali come Casalmaggiore, Sabbioneta e Rivarolo del Re: di fatto, con 430mila euro già spesi per l’arbitrato, le due valutazioni in ballo nel 2010, quando la questione è iniziata, erano i 12 milioni di euro chiesti da ItalGas per cedere al rete al comune e gli 8.5 milioni di euro, che corrispondevano alla valutazione del comune. Adesso si parla della possibilità concreta che il comune debba pagare 3 milioni di euro dopo il lodo arbitrale.

Segue così una serie di domande: “Cosa rischiamo in concreto? Dovremo davvero pagare cifre improponibili per le casse del comune ad un soggetto privato? Cosa ha portato a questo? Nel caso fosse vero, Chi sono i responsabili di questa situazione e qualcuno risponderà di tutto ciò? Perché l’amministrazione ad oggi non ha inteso darne notizia ai cittadini? Si tratta di un colossale debito fuori bilancio? Nel caso si rendesse necessario, con quali mezzi si intende far fronte al pagamento di queste cifre? A quando ammontano realmente? La prossima amministrazione dovrà farsi carico anche di questa situazione difficile? I viadanesi dovranno farsi carico di aumenti di imposte o tasse per far fronte a  tali impegni? Ci auguriamo che con la stessa solerzia con la quale si riempiono pagine di giornali parlando di incroci e semafori, qualcuno da piazza Matteotti trovi il tempo di rispondere a questi semplici quesiti. Siamo prima di tutto cittadini e siamo molto preoccupati”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti