Commenta

Fiume Po ed affluenti,
piano antidissesto, dal
neogoverno 94 milioni di euro

Essenziale per mitigare il progressivo fenomeno del dissesto idrogeologico la complessità di interventi di varia natura riguarda azioni mirate, estremamente concrete ed utili per gli equilibri socio-ambientali

Dopo le diverse Conferenze dei Servizi locali e grazie alla generale e capillare ricognizione pianificata e realizzata dall’Autorità Distrettuale del Fiume Po nei mesi scorsi, in stretta collaborazione con gli enti territoriali locali Regioni, Province, Comuni, Commissari per le emergenze e Commissari Straordinari dell’intero comprensorio il Ministero dell’Ambiente – proprio all’indomani della conferma del nuovo esecutivo – ha approvato e soprattutto finanziato per firma del Ministro Sergio Costa l’insieme dei progetti strategici presentati dal Distretto del Po. All’interno dei confini del Distretto del Fiume Po sono una sessantina i progetti finanziati per un totale di oltre 94 milioni di euro: Lombardia 22, Veneto 5, Marche 1, Liguria 1, Piemonte 21, Emilia Romagna 10 (scopri i dettagli e i valori economici dei progetti nel pdf allegato).

Essenziale per mitigare il progressivo fenomeno del dissesto idrogeologico la complessità di interventi di varia natura riguarda azioni mirate, estremamente concrete ed utili per gli equilibri socio-ambientali e di sviluppo del territorio come, per esempio: la messa in sicurezza, la tutela ambientale, la sistemazione idraulica, il consolidamento dei versanti e arginali, le ricostruzioni delle scarpate, il rafforzamento delle sommità montane, la riduzione delle filtrazioni, l’incremento del corretto deflusso delle acque, l’adeguamento delle difese spondali, i drenaggi, la realizzazione di nuove chiaviche, l’attenuazione dei fenomeni alluvionali, il completamento delle opere di mitigazione del rischio caduta massi, ecc.

Particolarmente soddisfatto dell’andamento della fase di approvazione il Segretario Generale dell’Autorità Distrettuale del Fiume Po Meuccio Berselli: “Dopo il Piano Invasi, questa approvazione rapida di ingenti e fondamentali interventi antidissesto dimostra che gli antidoti alle ripercussioni dovute ai mutamenti climatici sono una priorità da trattare come emergenza. Il lavoro fatto con Regioni, Province Comuni e promosso oggi dal Ministero è stato ottimo”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti