Commenta

Sabbioneta, salvi i tesori
della Fondazione Gonzaga:
acquistati dalla cordata Pro Loco

La Pro Loco si era fatta carico di guidare tale cordata con aziende della Piccola Atene e alcune famiglie di privati a farne parte. Con una cifra che sfiora i 30mila euro, le opere sono state acquistate e rimarranno così nel Polo Museale Vespasiano Gonzaga, dove tuttora si trovano.

SABBIONETA – Missione compiuta: i gioielli di Sabbioneta e della Fondazione Gonzaga resteranno a Sabbioneta, ossia alla città dove sono praticamente sempre stati. E’ andata a buon fine l’azione della cordata, guidata dalla Pro Loco del presidente Massimo Gualerzi, che intendeva appunto partecipare all’asta raccogliendo i fondi necessari per formulare un’offerta sufficiente all’acquisto di alcuni beni, appartenuti alla Fondazione Gonzaga e messi all’asta dopo i noti problemi di liquidità del passato.

Tra questi un olio su tela di 100 x 120 cm con “Personaggio di Sabbioneta”, opera di Vincenzo Dondi del 1638, un secondo olio su tela di 160 x 200 centimetri col tema della “Crocifissione” del 1700, un terzo olio su tela di 82 x 95 centimetri raffigurante una “Madonna con Bambino”ì del diciassettesimo secolo, un quarto olio su tela di 74 x 94 centimetri con “Prelato in meditazione” del 1700, un bassorilievo in pastiglia, di 45 x 65 centimetri “Madonna con Bambino” del 16esimo secolo e l’opera più preziosa, ossia un manoscritto originale di Isabella Gonzaga di 38 x 41,5 centimetri, risalente al 1592, che da solo ha un valore stimato di 30mila euro.

La Sovrintendenza dei Beni Culturali si era mossa per porre un vincolo sulla destinazione delle opere, che dovevano rimanere all’interno del comune di Sabbioneta anche dopo l’asta. Un vincolo però che poteva essere facilmente superato o quantomeno messo in dubbio con un ricorso ben fatto. Dopo che la prima asta era andata deserta a 41mila euro, ecco la decisione del sindaco Marco Pasquali di convocare associazioni, enti e privati, per unire le forze in modo da acquistare questi oggetti d’arte e dall’alto valore storico per Sabbioneta. La Pro Loco si era fatta carico di guidare tale cordata con aziende della Piccola Atene e alcune famiglie di privati a farne parte. Con una cifra che sfiora i 30mila euro, le opere sono state acquistate e rimarranno così nel Polo Museale Vespasiano Gonzaga, dove tuttora si trovano. Come si diceva, missione compiuta!

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti