Commenta

In stato di ebbrezza minaccia
il suicidio in Po: salvato da
Carabinieri e Vigili del Fuoco

Il personale dell’Arma, consigliando alla donna di trattenere il marito quanto più possibile al telefono, dopo una breve ricerca, lo ha rintracciato in via al Ponte mentre era aggrappato ai cavi di ancoraggio del pontile per evitare di essere trascinato.

VIADANA – Nella prima serata di mercoledì 25 settembre i militari dell’Aliquota Radiomobile di Viadana sono intervenuti in via al Ponte a Viadana, dove un uomo di origini indiane ha minacciato di gettarsi nelle acque del fiume Po. Il 40enne, alle 19 circa, in evidente stato di ebbrezza da alcolici, si era allontanato dalla propria abitazione dopo una accesa lite con la moglie, ed in una successiva videochiamata con la stessa minacciava intenti suicidi.

Il personale dell’Arma, consigliando alla donna di trattenere il marito quanto più possibile al telefono, dopo una breve ricerca, lo ha rintracciato in via al Ponte mentre era aggrappato ai cavi di ancoraggio del pontile per evitare di essere trascinato dalla forte corrente. I militari accortisi che il cittadino indiano aveva quasi esaurito le energie, lo hanno trattenuto per le braccia e con l’aiuto dei Vigili del Fuoco, tempestivamente allertati, lo hanno tratto in salvo trascinandolo sul citato ormeggio. Dopo avergli prestato le prime cure, il personale medico del 118, intervenuto sul posto, ne ha disposto il ricovero presso il nosocomio di Casalmaggiore, dove tuttora è ricoverato in prognosi riservata.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti