Commenta

Ciclismo a Bozzolo, un
gran successo. Vince Piccolo,
e vince tutto lo sport

Oltre un centinaio gli iscritti che hanno portato a Bozzolo emozioni e sensazioni del più autentico sport dilettantistico. Impressionante la suggestione creata dal passaggio del gruppo dei ciclisti davanti alle transenne

BOZZOLO – Grande successo ieri a Bozzolo per la prima gara che inaugura il poker di corse scelto dalla Federazione ciclistica per rilanciare questa nobile disciplina sul territorio, anche per la tenace volontà di Fausto Armanini, numero uno della Federazione mantovana insieme a tutti gli altri collaboratori.

I prossimi appuntamenti saranno quelli di Calvatone (8 ottobre), Marcaria (12 ottobre) con conclusione a Acquanegra sul Chiese (22 ottobre). Visto l’entusiasmo e la partecipazione d’esordio non vi sono dubbi che anche i tre prossimi eventi richiameranno tantissima gente come quella che è rimasta aggrappata alle transenne nelle vie interne di Bozzolo ieri pomeriggio dalle 15 alle 17.30 quando la gara si è conclusa con la vittoria del formidabile Simone Piccolo. Un ragazzo di 23 anni, di Magenta, che ha compiuto i 50 giri del circuito in due ore e quindici minuti.

Cento chilometri percorsi quasi sempre in testa insieme ai compagni di squadra. Scontata la sua affermazione si potrebbe scherzosamente dire considerando il nome sulla maglietta della società di appartenenza, la Casillo Maserati. Battute a parte il ragazzo ha nel ‘dna’ il talento di una famiglia destinata al successo avendo un fratello più giovane impegnato proprio in questi giorni nel Mondiale di ciclismo dove stava ottenendo importanti risultati prima di una rovinosa caduta che gli ha compromesso due costole.

126 gli iscritti (per 25 squadre) che hanno portato a Bozzolo emozioni e sensazioni del più autentico sport dilettantistico. Impressionante la suggestione creata dal passaggio del gruppo dei ciclisti davanti alle transenne. Un lampo di colore e un fruscìo arioso che offriva tra l’altro una brezza momentanea nel caldo pomeriggio di questo fine settembre.

Alla premiazione erano presenti i tre sindaci Giuseppe Torchio per Bozzolo, Valeria Patelli per Calvatone e Carlo Alberto Malatesta per Marcaria. Prima della partenza della gara Torchio ha posato per una foto ricordo con la squadra di San Pietroburgo a dimostrazione di quanto lontano arrivi il richiamo del Gran Premio Città di Bozzolo.

Nessun incidente ha disturbato la gara anche perchè la presenza di un grosso topo uscito dalle immondizie del vicino Luna Park è stata eliminata poche ore prima della corsa dal provvidenziale colpo mortale portato a segno dallo stesso sindaco Torchio.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti