Commenta

Doppio tamponamento in
via Beduschi. La fluidificazione
e i problemi da risolvere

Forse, nelle attente osservazioni della provincia (che peraltro ancora deve porre mano ai lavori di ripristino della rotonda Penny nei punti in violazione al CdS), andranno a finire anche i problemi che la nuova rotonda ha creato

CASALMAGGIORE – La sicurezza migliorata? La fluidificazione del traffico? Forse, ma anche problemi. Il tratto di provinciale che va dalla Rotonda Conad alla Rotonda Ponte Po avrebbe dovuto migliorare grazie all’eliminazione dell’incrocio semaforico all’altezza della rotonda Penny. A farlo nelle ore di punta non si direbbe. Forse, nelle attente osservazioni della provincia (che peraltro ancora deve porre mano ai lavori di ripristino della rotonda Penny nei punti in violazione al CdS), andranno a finire anche i problemi che la nuova rotonda ha creato, fluidificando il traffico.

Ieri, ad esempio, è stata una giornata no. Un doppio tamponamento ha visto protagonista quel piccolo tratto di strada. Il primo si è verificato alla mattina all’incrocio tra via IV novembre e via Beduschi, nel punto che solo qualche giorno fa segnalavamo per l’assenza delle strisce pedonali necessarie (visto che è punto strategico di passaggio e visto che gli altri attraversamenti con strisce sono abbastanza distanti). Coinvolti due mezzi. Un incidente senza gravi conseguenze rilevato dalla Polizia Municipale cittadina.

Il secondo è stato in serata, di fronte al supermercato Famila. Anche in questo caso nessuna conseguenza per gli autisti ma conseguenze per i mezzi (almeno tre coinvolti) e per il traffico, rimasto a lungo rallentato con code. Piccoli segnali di qualcosa che continua a non andare per come dovrebbe. Domande che pure la provincia di Cremona, appena avrà capito da chi dovrà essere guidata, e l’amministrazione cittadina che una guida ed un suo peso invece ce l’hanno già dovranno farsi per evitare nei punti critici (Famila, rotonda Penny e via IV novembre) ulteriori problemi e ben più seri di un tamponamento.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti