Commenta

Cremona-Mantova e altre
infrastrutture: duro botta e
risposta tra Fontana e Pizzetti

"In tal senso ho parlato con la ministra De Micheli, la quale mi ha assicurato che detto incontro si farà molto rapidamente. Cosicché tutte le disponibilità siano sul tavolo, senza incertezze o furbizie" spiega Pizzetti.

MILANO – Sono passati tre mesi dalla riunione in Regione Lombardia sul collegamento tra Cremona e Mantova. Da allora, tutto tace. E’ stato il governatore della Regione Attilio Fontana a tornare sull’argomento, nel suo intervento nel forum PoliticalPress dell’agenzia LaPresse, con una stoccata al ministro alle Infrastrutture, Paola De Micheli, a cui il Governatore aveva inviato una lettera, alla quale non è mai giunta una risposta. Anche perché si era in attesa dell’incontro tra l’assessore regionale Claudia Terzi e il ministro in questione.

Una delle due opere a cui si riferisce Fontana è appunto il collegamento tra Mantova-Cremona. E chiede “risposte dal nuovo Governo giallo-rosso” sui temi delle infrastrutture e dell’autonomia. Temi caldi per la Regione, soprattutto quello sull’autostrada. Alla riunione di fine luglio si era giunti ad ipotizzare cinque scenari possibili, di cui due quelli percorribili: affidamento della concessione a una società pubblica partecipata da Regione Lombardia, che realizzerebbe l’autostrada entro dicembre 2026, per un costo complessivo di 1,2 miliardi di euro, oppure realizzare un importante intervento di riqualificazione della Sp10 (come accaduto per la Paullese) con una spesa di circa 800 milioni di euro. Nei mesi successivi sono seguite missive inviate al ministero, sia dagli amministratori comunali di Cremona e Mantova, sia dalla Regione. Ma per il momento, dal Governo ancora nessuna risposta.

“Davvero sono fuori luogo – risponde Luciano Pizzetti, deputato del Partito Democratico – le polemiche del Presidente Fontana verso la neo ministra delle infrastrutture, da poco insediatasi. Non rientrano nei suoi classici canoni comportamentali, perciò stupiscono. Sulla infrastrutturazione del nostro territorio servono chiarezza, impegno e risorse. Dunque è urgente l’incontro tra Regione e Ministero, coinvolgendo gli enti locali cremonesi e mantovani. In tal senso ho parlato con la ministra De Micheli, la quale mi ha assicurato che detto incontro si farà molto rapidamente. Cosicché tutte le disponibilità siano sul tavolo, senza incertezze o furbizie. Per giungere, altrettanto rapidamente, agli interventi che territori e comunità locali auspicano da ormai troppo tempo”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti