Commenta

Commessaggio, al torrazzo
riprende l'attività culturale con
la pittura di Ottone Mora

La sua dedizione alla pittura è stata totale e sincera. Le sue opere non sono viziate da astrusi cerebralismi o da virtuosismi olografici; in ogni dipinto l'artista ci trasmette le sue emozioni con verismo poetico, con un linguaggio fondato sulla luce

COMMESSAGGIO – Terminati i lavori di ristrutturazione del Torrazzo, riparte l’attività di organizzazione di mostre ed eventi da parte dell’Associazione.

Domenica 10 novembre, alle ore 16:30, vi aspettiamo per l’inaugurazione della mostra dedicata a OTTONE MORA (1923-2019), frutto della collaborazione con il Liceo Artistico Giulio Romano di Mantova (progetto Arte in Torre), con il patrocinio del Comune di Commessaggio e il contributo di ARISI Tecnologie Industriali.

Come delineato dal critico d’arte Giancarlo Gozzi, “chiunque voglia confrontarsi con l’arte mantovana degli ultimi cinquant’anni non può ignorare la figura di Ottone Mora.

La sua dedizione alla pittura è stata totale e sincera. Le sue opere non sono viziate da astrusi cerebralismi o da virtuosismi olografici; in ogni dipinto l’artista ci trasmette le sue emozioni con verismo poetico, con un linguaggio fondato sulla luce e sulla scioltezza della pennellata.

I suoi paesaggi nacquero en plein air, secondo la tradizione impressionista: in essi si segnala il primato del colore sul disegno, che pure è ben presente sotto la pasta cromatica.

La sua scrupolosa diligenza si manifesta pienamente nei ritratti, dove le figure umane sono animate da quei sentimenti e pulsioni che scavano nel profondo dei soggetti evocati. Un’emotività che trova espressione anche nelle sue nature “silenti”, dove le pennellate sicure, gestite con raffinata maestria esecutiva, non sono tese solo alla ricerca della perfezione esecutiva, ma anche all’enfatizzazione dell’interiorità”.

Seguirà il consueto ricco BUFFET

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti