Cronaca
Commenta

Stroncato da un malore a 55 anni: Gussola e il mondo del primario piangono Franco Cavalli

Cavalli ha vissuto una vita per i propri campi e i propri allevamenti, investito di parecchi ruoli nel mondo di Coldiretti, dato che faceva parte della giunta guidata dal presidente Paolo Voltini, del quale era peraltro grande amico, oltre ad avere guidato anche APA.

GUSSOLA – Gussola, tutto il Casalasco e il mondo del settore primario sono in lutto per la morte improvvisa, in seguito a un malore, di Franco Cavalli, che lascia sgomenta una comunità, scomparendo a soli 55 anni. Cavalli ha vissuto una vita per i propri campi e i propri allevamenti, investito di parecchi ruoli nel mondo di Coldiretti, dato che faceva parte della giunta guidata dal presidente Paolo Voltini, del quale era peraltro grande amico, oltre ad avere guidato anche APA, Associazione Provinciale Allevatori, di Cremona. Molto conosciuto e apprezzato nella zona casalasca e cremonese, Cavalli gestiva l’Azienda Agricola che portava il suo nome e quello del padre Saverio e del fratello Arnaldo, non distante dalla Cascina Cartiera, oltre a quella omonima di Solarolo Rainerio.

Ad annunciare il lutto sono la moglie Giuditta, la figlia Elena, i fratelli Gino e Arnaldo, le cognate Raffaella e Cristina, i nipoti Andrea, Matteo, Monica e Thomas, la mamma Maria e il papà Saverio, i suoceri Damiano e Assunta e parenti tutti. La camera ardente sarà allestita dalle ore 9 di domenica 10 novembre presso l’abitazione di via Garibaldi 36 a Gussola, dove alle 19 di domenica sarà recitato il Santo Rosario. Il funerale, a cura dell’Impresa Brunati di Vescovato, avrà invece luogo a Gussola lunedì 11 novembre alle ore 14.30, partendo dall’abitazione per la chiesa parrocchiale e poi per il locale cimitero. La famiglia invita a devolvere eventuali offerte alle parrocchie di Vescovato, Gussola e San Giovanni in Croce.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti