Commenta

A Cremona elisoccorso anche
di notte: al via la mappatura
delle possibili zone di atterraggio

Lo scopo è raggiungere le zone più remote e meno collegate del territorio. Tra queste vi è anche Casalmaggiore con il campo sportivo della Baslenga.

A Cremona approderà il servizio di elisoccorso notturno. Lo ha deciso il prefetto, Vito Gagliardi, che in mattinata ha incontrato i Vertici provinciali delle Forze dell’Ordine, i rappresentanti dei Vigili del Fuoco, il vice presidente della Provincia, nonché alcuni sindaci e loro delegati allo scopo di esaminare la progettualità in merito all’operatività del Servizio “Elisoccorso 118 Areu”, ossia la sua implementazione anche durante le ore notturne. Presenti alla riunione anche il responsabile Aat 118 Cremona, il comandante, responsabile Macro Area Nord Ovest – Babcock Mission Critical Service Aviation Italia, nonché il responsabile Soreu della Pianura – Area Sud: province di Cremona, di Lodi, di Pavia e di Mantova e un rappresentante di Regione Lombardia – Emergenza –Urgenza.

L’incontro è stato un passo avanti “allo scopo di garantire, insieme al Nue 112, un nuovo assetto organizzativo del soccorso sanitario di emergenza-urgenza, volto ad assicurare un soccorso sanitario di qualità” sottolineano dalla prefettura.  Lo scopo è arrivare ad avere “la possibilità di soccorrere un paziente, un ferito, comunque valutato grave, anche e soprattutto di notte, mettendo a disposizione un mezzo che ha potenzialità ben maggiori e diverse del trasporto su gomma”.

Per questo risulta particolarmente importante che “tutte le realtà comunali e anche le popolazioni possano conoscere i siti dove l’elicottero può atterrare , di notte, e non solo in quelle aree già conosciute e mappate” scrive ancora la Prefettura in una nota. A questo proposito il prefetto Gagliardi ha chiesto ai sindaci e all’amministrazione provinciale di realizzare una mappatura delle aree che potrebbero essere interessate all’elitrasporto di materiali, risorse umane professionali e mezzi necessari nella gestione dell’emergenza o dell’elisoccorso delle persone ferite o ammalate. Lo scopo è raggiungere le zone più remote e meno collegate del territorio. Tra queste vi è anche Casalmaggiore con il campo sportivo della Baslenga.

Cremona sarà quindi la prima Provincia “ad avere un consolidato ed operativo sistema di elisoccorso, gestito grazie a una rete tra istituzioni che collaboreranno, in perfetta sinergia tra di loro, con il supporto della Prefettura stessa, rendendo più efficace la risposta sanitaria a problemi di salute espressi e/o manifestati in urgenza”. e tempestività di intervento. “Con questo sistema, l’equipaggio dell’elicottero potrà prepararsi ad accogliere il ferito e/o il malato, in modo tempestivo ed opportuno, per arrivare in tempi rapidi alla prima diagnosi al fine di soccorrere e curare la persona nel modo più efficace, efficiente ed appropriato, anche trasportando la stessa all’Ospedale”. Sarà necessario, quindi, anche individuare, attraverso delle linee guida ben specifiche, zone/località che permettano l’atterraggio dell’elisoccorso così da rendere più flessibile l’operatività dello stesso, soprattutto durante le ore della notte.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti