Commenta

Bozzolo, Centro Medico San
Restituto. Torchio: "Garantiremo
in ogni caso la continuità"

E' comunque intenzione dell'Amministrazione comunale mantenere il servizio erogato dal Centro Medico con una nuova e celere procedura ad evidenza pubblica che sarà resa nota a stretto giro temporale e dopo il disbrigo degli incombenti amministrativi previsti dalla legge

BOZZOLO – Il Centro Medico San Restituto a Bozzolo era sino a qualche tempo fa un punto di riferimento per tante persone del paese che qui trovavano la possibilità di conferire col proprio medico di base. Da un anno a questa parte ciò non è più possibile in quanto le visite sono state spostate presso l’Ospedale bozzolese per una scelta fatta dall’Azienda sanitaria “Carlo Poma” di Mantova.

La struttura ha continuato a svolgere comunque un ruolo sanitario importante permettendo a chi ne aveva bisogno di prenotare ed effettuare visite specialistiche per le diverse patologie. In questi giorni corre voce che tale servizio possa cessare creando di consequenza inevitabili disagi nella popolazione. Presso la sede del Centro Medico non esce nessuna dichiarazione in merito se non quella che la struttura è di tipo privato e che quindi non è soggetta ad alcun obbligo e nessun tipo di condizionamento esterno.

“E’ come se il fornaio di via Cavour decidesse di chiudere l’attività per spostarsi in un’altra zona del paese” ci viene raccontato in maniera semplice ma esplicativa. Aggiungendo che l’edificio non è più idoneo alle necessità attuali anche per le dimensioni che arrivano a toccare i 600 metri quadrati, e questo potrebbe far pensare all’idea di un possibile trasferimento di cui però nessuno vuol fare accenno.

Interpellato sulla questione il sindaco Giuseppe Torchio ha garantito la continuità delle attività del Centro Medico San Restituto attraverso il seguente comunicato “L’Amministrazione comunale di Bozzolo a fronte della scadenza fissata al 30 settembre scorso del contratto di affitto del Centro Medico San Restituto a seguito di alcune difficoltà gestionali emerse anche per il trasferimento dei medici di base nel futuro Pot presso l’Ospedale cittadino, ha accolto l’istanza del conduttore di non rinnovare il contratto alle precedenti condizioni. E’ comunque intenzione dell’Amministrazione comunale mantenere il servizio erogato dal Centro Medico con una nuova e celere procedura ad evidenza pubblica che sarà resa nota a stretto giro temporale e dopo il disbrigo degli incombenti amministrativi previsti dalla legge. E’ pertanto evidente e chiara la volontà dell’Amministrazione comunale di continuare ad offrire un servizio apprezzato dalla comunità locale anche per il futuro”.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti