Un commento

I lagotti di Chiara ed Elena
avvelenati nel giardino di Casa. Uno
è molto grave, scatta la denuncia

Di sicuro impegneremo tutte le nostre energie a mandare in galera il responsabile. Grazie a chi ci penserà in queste ora in cui lottiamo con i nostri animali che sono tra la vita e la morte. Tanto sappiamo chi sei e ne risponderai direttamente
Birra, il lagotto avvelenato

CASALMAGGIORE – E’ ancora in condizioni molto serie Birra, uno dei lagotti di Chiara Mina ed Elena Cunial, avvelenati lunedì da una mano balorda mentre si trovava nel giardino di casa, Palazzo Porcelli, struttura sita all’angolo tra via Baldesio e via Romani. E’ stato portato nella clinica veterinaria della città di Parma. Gli altri cani sembrano stare meglio, ma la paura è tanta, e pure la rabbia.

Poca la voglia di parlare, adesso l’importante è riportare a casa Birra. “I miei cani sono stati avvelenati nel nostro giardino – ha denunciato ieri Chiara – e la denuncia ufficiale viene notificata al Sindaco di Casalmaggiore ed alla Sanità locale. Di sicuro impegneremo tutte le nostre energie a mandare in galera il responsabile. Grazie a chi ci penserà in queste ora in cui lottiamo con i nostri animali che sono tra la vita e la morte. Tanto sappiamo chi sei e ne risponderai direttamente”.

Il bollettino medico poi, rispetto al primo sfogo è migliorato, almeno per gli altri tre lagotti di proprietà della stessa Chiara Mina e della figlia Elena. Resta la fortissima preoccupazione per Birra, che i medici veterinari di Parma stanno cercando di salvare.

Chi lo ha fatto deve sapere che andremo sino in fondo. I veterinari hanno fatto denuncia e gia ieri ho avvertito il sindaco che riceverà notifica”.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Lp

    Che pezzi di merda. Non ci sono più parole per definire della gente simile. Meriterebbero di essere avvelenati loro e morire nelle più atroci sofferenze. Brutti stronzi.
    In bocca al lupo per i cagnolini.