Commenta

Agende rosse e mafia,
a Brescello ospite
il giornalista Paolo Borrometi

Alla serata del 27 novembre oltre a Borrometi, presenzieranno Laura Caputo che è presidente dell'Associazione Mafia Free e Marco Cassinadri presidente del Consiglio Comunale di Casalgrande, con la conduzione del giornalista Rai Luca Ponzi.
Nella foto Paolo Borrometi

BRESCELLO – Continuano a Brescello gli incontri con personaggi di rilievo per parlare del fenomeno mafioso. Già diversi gli appuntamenti effettuati ai quali le persone residenti nel Comune reggiano, rimasto sotto la gestione commissariale per due anni, hanno aderito assieme a gente giunta da altre località del territorio, con scarse presenze, a dire il vero, dalla vicina Viadana. Allo scopo di sentire e comprendere, se possibile, le ragioni che hanno portato il paese di Peppone e don Camillo al centro di una maxi inchiesta con conseguenti e numerosissime condanne, inflitte al termine di 195 udienze e con la ripresa del processo Aemilia prevista il prossimo gennaio con l’appello.

A parlare del delicato problema l’Associazione Agende Rosse che sta organizzando in giro per tutta Italia conferenze e dibattiti su questo tema. Brescello, nella Sala Prampolini, ospiterà mercoledi 27 novembre Paolo Borrometi, giornalista d’inchiesta che si occupa del fenomeno mafioso. Nonostante la giovane età ha già ricevuto numerosi riconoscimenti e ricopre ruoli di grande responsabilità, essendo presidente di Articolo 21, direttore de La Spia e vicedirettore dell’Agi. Da tempo vive sotto scorta accompagnato, ovunque vada, da agenti in borghese che lui chiama “I miei angeli custodi”. Borrometti tra le altre cose ha scritto un libro importante, intitolato “Un morto ogni tanto, la mia battaglia contro la Mafia invisibile”, nelle cui pagine spesso si incontra l’espressione “L’io non vince mai, il noi vince sempre”, che tra l’altro ripete con frequenza durante gli incontri pubblici.

Il gruppo Agende rosse (che si riallaccia alla famosa agenda sparita durante l’agguato mortale al giudice Paolo Borsellino nel luglio del 1992 a Palermo) ha già avuto ospite Borrometi in precedenti convegni ma lo ha voluto invitare ancora una volta per l’attrazione manifestata attraverso una bellezza, che “se conosciuta, è in grado di infiammare i cuori, si trasforma in un’arma potentissima contro la rassegnazione, la paura e l’omertà”. Alla serata del 27 novembre oltre a Borrometi, presenzieranno Laura Caputo che è presidente dell’Associazione Mafia Free e Marco Cassinadri presidente del Consiglio Comunale di Casalgrande, con la conduzione del giornalista Rai Luca Ponzi. L’attrice Valeria Calzolari introdurrà l’incontro, voluto oltre che da Agende Rosse da altre numerose associazioni quali Mafia free, Cortocircuito, Auser, Libera, Avanti le quinte, Anpi, Cgil e Cisl.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti