Commenta

Truffe on line, cinque
denunce dei carabinieri
in provincia di Mantova

Le vittime, tutte mantovane, con età compresa tra i 23 ed i 46 anni, rivolgendosi alle caserme carabinieri locali e fornendo i dettagli delle transazioni, hanno fornito un copione pressoché identico.

Truffati durante un acquisto online? Niente panico, è sempre possibile difendersi. L’importante è denunciare! Le attività telematiche svolte dai carabinieri della Compagnia di Mantova hanno consentito di risalire a cinque cittadini, tutti italiani, residenti lungo l’intero stivale (Palermo, Brescia, Venezia, Bergamo e Napoli).

Le vittime, tutte mantovane, con età compresa tra i 23 ed i 46 anni, rivolgendosi alle caserme carabinieri locali e fornendo i dettagli delle transazioni, hanno fornito un copione pressoché identico. Il modus operandi  è sempre lo stesso: dopo aver individuato l’oggetto desiderato, su uno dei tanti siti web per lo scambio tra privati, inizia la trattativa tramite mail o direttamente sul telefonino. Il truffatore è sempre disponibile e appare affidabile, ma una volta ricevuta la somma richiesta svanisce nel nulla, o quantomeno così lui crede, senza spedire la merce acquistata.

L’elenco dei prodotti a rischio è pressoché impossibile da stilare: nei casi scoperti dai militari si è trattato di: un decoder, un mobile antico, pellet e pezzi di ricambio per motociclette. Va da se che, così come cambiano gli usi e costumi sociali, lo stesse avviene anche per i crimini e di pari passo anche per le forze dell’ordine. Per questo è importante ribadire ulteriormente che è fondamentale denunciare! I responsabili sono stati denunciati alle Procure della Repubblica competenti per territorio e proposti agli organi di Pubblica Sicurezza per l’emissione di misure di prevenzione.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti