Commenta

Gallera in consiglio a
Casalmaggiore. M5S: "Sia data
voce a Comitato e Istituzioni"

"Venga data possibilità di intervento alle rappresentanze degli operatori del settore, ai sindaci e consiglieri comunali del viadanese-casalasco, e ai consiglieri regionali e parlamentari eletti nel Comprensorio Oglio Po".

CASALMAGGIORE/VIADANA – Il Movimento 5 Stelle ha appreso della presenza dell’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, in Consiglio comunale a Casalmaggiore il prossimo 16 gennaio, per tornare sulla spinosa questione della chiusura del Punto nascite Oglio Po e, più in generale, sulla delicatissima situazione che sta attraversando la sanità nel nostro territorio. “Comprendiamo la necessità di “regolamentare” l’evento – scrivono il Movimento 5 Stelle Viadana, il Movimento 5 Stelle Casalmaggiore, i consiglieri regionali Andrea Fiasconaro e Marco Degli Angeli e il deputato Alberto Zolezzi – ma ribadiamo al Presidente del Consiglio Comunale e al sindaco di Casalmaggiore l’importanza di garantire la possibilità di intervento in consiglio comunale, ai rappresentanti del Comitato in difesa dell’Ospedale Oglio Po, alle rappresentanze degli operatori del settore, ai sindaci e consiglieri comunali del viadanese-casalasco, e ai consiglieri regionali e parlamentari eletti nel Comprensorio Oglio Po”.

“Inoltre – prosegue il comunitato – proponiamo ai sindaci del distretto dell’area socio-sanitaria casalasco viadanese di consegnare all’assessore Gallera, in occasione del consiglio comunale del 16 gennaio, un documento unitario in cui si dimostri la necessità di avere il punto nascita in un territorio geograficamente peculiare come l’Oglio Po e si chieda la riapertura in tempi certi e rapidi. E’ fondamentale per noi dare voce a chi vive quotidianamente sulla propria pelle il progressivo depotenziamento del presidio ospedaliero Oglio Po e chi in questi anni si è sempre prodigato per salvaguardare il punto nascita distintosi per l’eccellenza del servizio offerto e che, nonostante le reiterate assicurazioni dei direttori generali ASST e dello stesso Assessore Gallera, ha dovuto arrendersi alle inique leggi della “redditività ad ogni costo”.  L’assessore Gallera ha il dovere di guardare negli occhi chi sta subendo le conseguenze della sua scelta politica di chiudere il Punto Nascita, e il Movimento 5 Stelle del territorio ci sarà con determinazione”.

redazione@oglioponews.it

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti