Sport
Commenta

Tennis, Lorenzo Bocchi, un 2019 positivo e per l'anno prossimo grandi prospettive di crescita

Obiettivo dichiarato per il 2020 entrare fra i primi 500 che consentirebbe al casalasco di essere sempre testa di serie nei tornei Futures ma soprattutto di poter accedere al circuito Challanger frequentato da giocatori di livello superiore

CASALMAGGIORE – Continuano i progressi di Lorenzo Bocchi e prosegue pure la scalata alla classifica Atp del tennis mondiale, il tennista casalese aveva concluso il 2018 alla posizione 920, quest’anno ha raggiunto il best ranking 687, la stagione appena conclusa è servita anche ad accumulare preziosa esperienza in campo Internazionale giocando in diversi contesti e su differenti superfici.

In ambito italiano Lorenzo ha disputato la serie B trascinando a suon di vittorie il TC Albinea ai play off, ha poi partecipato a soli 4 tornei Open vincendo a Fidenza e Casalmaggiore, arrivando secondo a Civitanova Marche, sfiorando la qualificazione per il Foro Italico; le nuove classifiche Fit 2020 che usciranno a giorni lo promuoveranno 2.2 attestandosi fra i primi 50 tennisti in Italia.

Nel circuito internazionale Bocchi ha raggiunto la finale ITF in doppio a Murcia in Spagna in coppia con Passaro ad aprile e poi doppia finale a Tabarka in Tunisia in agosto e settembre, raggiunti anche diversi quarti di finale, non è riuscito a vincere il suo primo torneo del World Tour ma ci è andato molto vicino, sicuramente ci riproverà nella prossima stagione.

Ha partecipato recentemente al campionato a squadre Svedese di prima divisione contribuendo alla promozione in serie Elite del Lidingo Stoccolma dopo di che è volato direttamente a Monastir in Tunisia per disputare l’ultimo torneo dell’anno raggiungendo i quarti di finale.

Ora un po’ di vacanze e poi a gennaio inizierà la preparazione invernale alla Tennis Training School di Foligno sotto l’occhio attento dei coach Fabio Gorietti e Federico Torresi che di talenti ne hanno già allenati e portati in alto diversi come Lorenzi, Vanni, Fabiano e Travaglia.

Obiettivo dichiarato per il 2020 entrare fra i primi 500 che consentirebbe al casalasco di essere sempre testa di serie nei tornei Futures ma soprattutto di poter accedere al circuito Challanger frequentato da giocatori di livello superiore fra cui anche alcuni top 100.

Per salire nel ranking mondiale è necessario cimentarsi in tornei di vertice prendendo sempre la strada più difficile, bisogna continuamente alzare l’asticella, la concorrenza è agguerritissima Lorenzo ne è consapevole quindi ci sta provando con grande tenacia ed impegno.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti