Cronaca
Commenta

Torre d'Oglio, trafugata la Madonna della Cappella dei Correggioli

Chiediamo infine all'autore di questo insensato gesto di riflettere e rivedere il suo comportamento riportando la Madonnina, magari lasciandola anonimamente in una Chiesa perché puó capitare a tutti di vivere un periodo un po' difficile ma non é mai troppo tardi per redimere

TORRE D’OGLIO – Una statuetta senza nessun valore economico, ma tanto valore affettivo. L’aveva messa Giuseppe Gozzi, scomparso recentemente. Una madonnina, portata via dal basamento sulla quale era stata collocata da mano ignota, probabilmente nella notte tra Santo Stefano e il 27 dicembre. Luogo del furto la Cappelletta della Madonna dei Correggioli, a Torre d’Oglio. Ad accorgersi del furto sacrilego, ieri mattina, alcuni cittadini recatisi presso la Cappella. La statua non c’era più. “Con dolore – scrive il sindaco di Viadana Alessandro Cavallari – constatiamo che la mano di ignoti incivili ha colpito ancora un luogo tanto caro alla fede della nostra gente, del nostro territorio, delle nostre tradizioni. Il piccolo Santuario dei Correggioli a Torre d’Oglio questa è stato oggetto di un furto. Ieri mattina, come di consueto, alcuni cittadini del luogo recatisi alla Chiesetta per pulire il piccolo luogo di culto si sono accorti che la statua della Madonnina era stata divelta e asportata dal suo basamento. La statua nn ha un valore economico o artistico ma solo affettivo questo sí, in maniera inestimabile. La scultura della Vergine era stata collocata lì da Giuseppe Gozzi, recentemente scomparso, per questo costituiva un suo caro ricordo, divenuto poi la meta di tanti visitatori in questo bellissimo, caratteristico angolino di pianura. Si prega chiunque avesse notizie o avesse visto qualche movimento strano intorno alla Chiesetta di non rimanere nel silenzio, ma di darne immediata testimonianza. Chiediamo infine all’autore di questo insensato gesto di riflettere e rivedere il suo comportamento riportando la Madonnina, magari lasciandola anonimamente in una Chiesa perché puó capitare a tutti di vivere un periodo un po’ difficile ma non é mai troppo tardi per redimere e ripensare alle proprie scelte, ai propri sbagli.“.
redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti