Commenta

Oglio Po, l'equipe di
Cardiologia si arricchisce di
tre nuovi professionisti

“Con l’Arrivo dei nuovi medici e l’introduzione di strumenti diagnostici d’avanguardia – conclude Carini - la Cardiologia di Oglio Po fa un importante passo in avanti, confermandosi come una unità operativa tecnologicamente avanzata"
Nella foto da sinistra: Rabia Granit (nuovo assunto), Alberto Emanuelli, Tullio Craincevich; Massimo Carini; Pietro Di Gangi; De Rosa Fabrizio (nuovo assunto); Tafuni Francesco (nuovo assunto)

CASALMAGGIORE – L’equipè di Cardiologia dell’Ospedale Oglio Po si arricchisce di tre nuovi professionisti. Lo annuncia il Direttore Generale dell’ASST di Cremona Giuseppe Rossi, confermando gli impegni presi a inizio mandato sul rilancio della struttura di Casalmaggiore.

Ottime notizie per l’Ospedale Oglio Po. Il 2020 parte all’insegna del rilancio grazie all’arrivo di tre nuovi cardiologi assunti a tempo indeterminato. Si tratta di Fabrizio De Rosa, Rabia Granit e Francesco Tafuni, già  al lavoro dal 23 dicembre scorso.

“Tre giovani medici – spiega Giuseppe Rossi  (Direttore Generale ASST di Cremona) che vantano al loro attivo un’esperienza decisamente significativa nel campo dell’imaging avanzato (ecocardiografia transesofagea tridimensionale ed eco-stress con mezzo di contrasto) e una formazione specialistica maturata in diversi ambiti; il dottor Granit, ad esempio, ha frequentato per un periodo il Royal Brompton Hospital di Londra, il più grande centro medico specialistico per cuore e polmoni nel Regno Unito”.

“Considerata la carenza di professionisti che si registra a livello nazionale, l’ingresso dei giovani medici rappresenta al contempo un traguardo e un trampolino di lancio per la Cardiologia di Oglio Po. Un reparto ben articolato – conclude Rossi – la cui organizzazione prevede il servizio di guardia cardiologica 24 ore su 24, l’Unità di Terapia Intensiva Coronarica,  la degenza ordinaria e un’intensa attività ambulatoriale”.

“La tempestività con cui la Direzione Strategica dell’ASST Cremona ha espletato le fasi concorsuali – spiega Massimo Carini (Direttore dell’UO di Cardiologia) ci ha consentito di riequilibrare gli organici. Questo  permetterà di incidere positivamente sulle liste di attesa e di offrire alla cittadinanza un servizio ancora più efficiente”.

Il reparto di Cardiologia – uno dei punti di forza dell’ospedale Oglio Po – si conferma così un saldo punto di riferimento per la collettività e per il territorio casalasco. “All’apprezzamento espresso dagli ammalati – precisa Carini – si affianca ora la capacità di attrarre giovani specialisti che scelgono di lavorare qui anche per le opportunità di crescita professionale e con la certezza di potersi dedicare alla centralità e all’ascolto del paziente”.

PROFESSIONISTI, TECNCOLOGIA E UMANITA’

Dal giugno scorso la Cardiologia dell’Ospedale Oglio Po è dotata di un ecocardiografo di ultimissima generazione. Il nuovo strumento acquistato dall’ASST di Cremona è segno della grande considerazione mostrata dalla Direzione strategica per il rilancio del reparto.

“Grazie al nuovo strumento – spiega Carini  – gli esami ecocardiografici oggi godono di una migliore qualità e accuratezza. Non solo. La vera novità è rappresentata dalla possibilità di eseguire una valutazione tridimensionale del cuore. Ciò permette sia di fornire agli utenti cure e trattamenti sempre più personalizzati, sia di effettuare controlli approfonditi in pazienti con patologia delle valvole cardiache candidati ad intervento cardochirurgico”.

L’ecocardiografo è solo l’ultimo dei nuovi dispositivi introdotti in reparto. Grazie alla donazione di una persona che preferisce mantenere l’anonimato, dal maggio 2019, la Cardiologia è dotata di un Letto-ergometro. Si tratta di una apparecchiatura che consente di eseguire prove da sforzo ancora più dettagliate.

“Con l’Arrivo dei nuovi medici e l’introduzione di strumenti diagnostici d’avanguardia – conclude Carini – la Cardiologia di Oglio Po fa un importante passo in avanti, confermandosi come una unità operativa tecnologicamente avanzata, in grado di coniugare l’attenzione per i rapporti umani e una gestione altamente professionale delle patologie cardiache”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti