Ambiente
Commenta

Apeiron Viadana, ciclo di incontri sui cambiamenti climatici: si parte col glaciologo Valter Maggi

Agli illustri ricercatori che parleranno al pubblico, si aggiungono due importanti docenti di area scientifica che incontreranno gli studenti nel compito di formazione propriamente detto con laboratori o visite guidate.

VIADANA – L’Associazione Culturale Apeiron APS di Viadana, conosciuta in ambito locale per svolgere con continuità azioni al fine della salvaguardia dei beni culturali, artistici, storici ed ambientali, già promotrice in passato di progetti formativi, didattici, educativi, ha stilato un progetto sul tema del cambiamento climatico dal titolo “Il clima che cambia…”.

“Diverse sono le motivazioni – spiegano gli organizzatori – che ci hanno indotto a programmare delle iniziative in tale senso: l’urgenza di approfondire gli aspetti scientifici per contrastare gli effetti, superare la lentezza e la parzialità dei legislatori dei vari Stati nel prendere provvedimenti adeguati, vincere l’inerzia che si riscontra nel sentire comune della gente, rendere partecipi in prima persona i giovani nel prendere coscienza del problema, nell’acquisire le conoscenze scientifiche necessarie, nel modificare i comportamenti e gli stili di vita della comunità. Abbiamo ottenuto l’adesione dei docenti e la collaborazione delle classi 3AS e 3BS del liceo scientifico dell’Istituto Ettore Sanfelice, che parteciperanno alla realizzazione del progetto nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro (PCTO). Ci siamo proposti di ascoltare la voce degli scienziati, ne abbiamo invitati alcuni, per conoscere in modo oggettivo le peculiarità scientifiche delle cause e degli effetti, per confrontarci sui modi e le azioni da intraprendere. Vogliamo essere consapevoli di ciò che ci aspetta nel presente e nel futuro. Per cui invitiamo i cittadini al ciclo di conferenze che si terranno alla Sala Saviola del MuVi Viadana nei primi mesi dell’anno 2020”.

Si inizia ospitando il glaciologo Valter Maggi della Bicocca di Milano, l’11 gennaio alle ore 16.30 con “Il clima della terra visto dai ghiacciai”, che mostrerà come si sono modificati i ghiacciai e come i ricercatori ne misurano lo scioglimento. Un ospite noto al pubblico televisivo è Lorenzo Pinna, divulgatore scientifico della trasmissione SuperQuark, che, il 22 febbraio alle ore 16.30, tratterà il tema della transizione energetica in rapporto al cambiamento climatico, quindi il passaggio dalla energia dei combustibili fossili alle rinnovabili. Il paleontologo Raffaele Sardella della Sapienza di Roma, il 21 marzo alle ore 16.30, illustrerà come, nel passato geologico della storia della Terra, i cambiamenti del clima hanno influito sulla vita degli organismi viventi determinando estinzioni ed evoluzioni significative: l’incontro si intitola “Cambiamente del clima e la vita”. Il meteorologo Luca Lombroso, di Ampro, il 16 aprile alle ore 18, con “Attenti al meteo, gestire l’inevitabile ed evitare l’ingestibile”, sarà decisivo nel farci comprendere come sia fondamentale la relazione “più caldo uguale eventi meteorologici estremi”.

A questi illustri ricercatori che parleranno al pubblico, si aggiungono due importanti docenti di area scientifica che incontreranno gli studenti nel compito di formazione propriamente detto con laboratori o visite guidate: la dott.ssa Silvia Crema (Volpe rossa) il 12 e 14 febbraio, guiderà le classi in un percorso laboratoriale di conoscenza e presa di consapevolezza delle problematiche dal titolo “Cambiamenti climatici dove trovarli; gestire l’inevitabile ed evitare l’ingestibile”; il prof. Claudio Tellini, geomorfologo, il 7 aprile condurrà le classi ad una escursione nell’anfiteatro morenico del Garda, testimonianza dei cambiamenti climatici nelle ere geologiche. Tutte le conferenze hanno ottenuto il patrocinio del Comune di Viadana e l’appoggio della Protezione civile Oglio Po, dell’Ecomuseo “Terre d’acqua tra Oglio e Po”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti