Commenta

Marcaria, Malatesta convoca il
consiglio nel giorno di Gallera.
Simonazzi: "Dei servizi non gli interessa"

Probabilmente per Malatesta difendere i servizi socio-assistenziali non è una questione importante per Marcaria.

MARCARIA – Il Consiglio Comunale convocato nella stessa sera dell’arrivo, nel casalasco, dell’Assessore alla Sanità Giulio Gallera. E prima ancora il rifiuto dell’amministrazione guidata da Malatesta di prendere parte al ricorso, presentato dal gruppo dei sindaci che fa riferimento all’Oglio Po, contro la chiusura del punto nascite. Stefano Simonazzi tuona dall’opposizione. Durissima la sua presa di posizione.

“Malatesta – spiega Simonazzi – ha convocato per giovedì 16 gennaio alle 19.45 il Consiglio Comunale a Marcaria per l’approvazione del bilancio di previsione 2020 in contemporanea con il Consiglio Comunale aperto a Casalmaggiore, convocato alle 20.30, sul tema della sanità che tratterà il futuro dell’ospedale OglioPo, dei POT del distretto (Bozzolo e Viadana) e dei PreSST (Viadana e Casalmaggiore) ignorando l’invito a lui rivolto, in rappresentanza del Comune di Marcarla, di partecipare al Consiglio Comunale aperto.

Questa convocazione del Consiglio di Marcaria è un’assoluta mancanza di rispetto verso i Consiglieri Comunali e verso tutto il territorio in quanto impedirà ai Consiglieri di Marcaria di partecipare all’importantissimo Consiglio aperto sulla sanità.

Al consiglio Comunale aperto di Casalmaggiore interverrano l’Assessore Regionale al Welfare Giulio Gallera, il Direttore Generale dell’ASST di Cremona Giuseppe Rossi, il Direttore Generale dell’ASST di Mantova Raffaele Stradoni e il Direttore Sanitario dell’ASST di Cremona. Inoltre è stato richiesto ai Sindaci del territorio di partecipare con fascia tricolore proprio per dimostrare quanto il territorio sia unito sul tema della sanità, uniti contro l’indebolimento dell’offerta sanitaria sul territorio dopo la chiusura del punto nascite, contro la possibilità di non tenere più aperto il pronto soccorso 24 ore su 24, contro il taglio dei primariati e contro la mancata integrazione delle Aziende socio-sanitarie mantovana e cremonese.

Dopo aver deciso di non partecipare al ricorso sottoscritto da tutti i Sindaci dell’OglioPo, contro la chiusura del punto nascite dell’ospedale, ancora una volta Malatesta dimostra di non essere assolutamente attento alle problematiche territoriali che sono di interesse per tutti i cittadini e di non preoccuparsi del depotenziamento dei servizi sul territorio. Probabilmente per Malatesta difendere i servizi socio-assistenziali non è una questione importante per Marcaria.

Marcaria quindi, per scelta del Sindaco Malatesta, non sarà presente all’incontro dove si delineerà il futuro dalla sanità del nostro territorio”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti