Commenta

Sabbioneta nel cartellone
di Parma 2020. Pasquali: "Presto
evento comune su Bertolucci"

"E’ stata l’occasione per numerosi contatti e conoscenze e gli interlocutori - svela Pasquali - erano stupiti della presenza di Sabbioneta quale unico comune non dell’Emilia Romagna. In effetti mai la nostra città si era affacciata così oltre Po".

SABBIONETA – L’unico comune non emiliano che rientrerà nel cartellone di Parma 2020, con la città ducale eletta capitale della Cultura italiana per l’anno appena cominciato, è Sabbioneta. Proprio così: la Piccola Atene ha deciso l’estate scorsa di cogliere questa opportunità, pagando la quota di adesione al Comitato Parma 2020, che gestisce le varie iniziative e soprattutto veicola sui propri canali, di livello nazionale, ciascuna manifestazione inserita nel calendario. Sabbioneta, insomma, potrà avere così un lustro e una visibilità difficili da eguagliare.

Per questo motivo Marco Pasquali, sindaco di Sabbioneta, era presente domenica sera al Teatro Regio di Parma, dove anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e il Ministro della Cultura Dario Franceschini hanno assistito alla splendida esibizione del Coro del teatro parmigiano per eccellenza, che ha intonato il “Va’ pensiero”, dando così il via ufficiale all’anno di Parma Capitale Italiana della Cultura. “E’ stata l’occasione per numerosi contatti e conoscenze e gli interlocutori – svela Pasquali – erano stupiti della presenza di Sabbioneta quale unico comune non dell’Emilia Romagna. In effetti mai la nostra città si era affacciata così oltre Po, verso quelle terre che però per noi costituiscono una grande opportunità. Volendo vedere, geograficamente e chilometricamente, ma per certi versi anche culturalmente, siamo quasi più vicini a Parma che a Mantova”.

Nella foto Pasquali al Regio di Parma domenica sera per l’inaugurazione

Un treno da prendere, insomma, perché la piccola ma bella Sabbioneta possa arrivare tra i grandi della cultura e possa aprirsi a tutta Italia. Cosa che, peraltro, già sta facendo, se è vero che i dati degli ultimi accessi turistici nel periodo natalizio – dal 26 dicembre al 6 gennaio scorsi – parlano di 2700 presenze, raddoppiando di fatto il numero di visitatori nello stesso periodo del 2018-2019. Pasquali non fa mancare una piccola nota polemica verso chi lo ha preceduto. “A Parma si lavora da un paio di anni a questo calendario – spiega il sindaco – ossia da quando l’opportunità è stata assegnata ufficialmente alla città ducale. Noi siamo saliti sul treno solo quest’estate, dopo il nostro insediamento, dunque abbiamo fatto e stiamo facendo il possibile. Sarebbe stato meglio farsi conoscere anche prima”.

I rapporti con Federico Pizzarotti e Michele Guerra, sindaco e assessore alla Cultura di Parma – Guerra è il vero motore di Parma Capitale della Cultura – hanno già prodotto qualche iniziativa. Molte sono top secret, ma una no: essendo Guerra docente di cinematografia all’Università di Parma e ricorrendo nel 2020 il cinquantesimo del film del regista parmigiano Bernardo Bertolucci “La Strategia del Ragno”, girato anche a Sabbioneta, ecco che – nel segno del grande cineasta – Parma e Sabbioneta già lavorano ad un percorso e un evento comune.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti